A San Pellegrino tornano la Coppa Quarenghi e il premio “Uomo di sport” - BergamoNews
11-12-13 giugno

A San Pellegrino tornano la Coppa Quarenghi e il premio “Uomo di sport”

Il destinatario del premio Uomo di sport è ancora “top secret”. Il Comitato Coppa Quarenghi, guidato dal presidente Gianpietro Salvi, ha in serbo tante altre manifestazioni sportive e non, fino a settembre.

Dopo un anno di stop a causa dell’emergenza sanitaria, il Comitato Coppa Quarenghi torna quest’anno a promuovere i suoi eventi sportivi e non.

Il primo appuntamento in calendario è il premio “Angelo Quarenghi Uomo di Sport” dedicato al dottor Angiolino Quarenghi, storica guida dell’omonima Clinica a San Pellegrino Terme e medico
della Grande Inter di Helenio Herrera, che aveva scelto San Pellegrino quale sede del ritiro estivo.

Una collaborazione che dal 1961 al 1977 vide Quarenghi, insieme ai colleghi Klinger e Cipolla, precorrere la storia ed i metodi della medicina sportiva. Negli anni numerose figure del mondo
sportivo hanno avuto l’onore di ricevere l’ambito Premio Quarenghi. L’albo d’oro fu inaugurato nel 2006, con il telecronista Bruno Pizzul, a cui hanno fatto seguito Alfredo Calligaris (medico dello sport), Ivan Gotti (campione locale due volte vincitore del Giro d’Italia), Marcello Lippi (ct della Nazionale Campione del Mondo), David Messina (storica firma della Gazzetta), Josè Manuel Ballestreros (tecnico della nazionale olimpica spagnola), Emiliano Mondonico, Mino Favini (il Mago del settore giovanile atalantino, recentemente scomparso), Mario Corso (il sinistro di Dio nella Grande Inter), Luisito Suarez, Roberto Donadoni e Gian Piero Gasperini, Allenatore dell’Atalanta BC.

Negli ultimi due anni di assegnazione, il Comitato Coppa Quarenghi ha voluto premiare Antonio Percassi (2018), Presidente dell’Atalanta BC, e Adriano Galliani (2019), storico dirigente sportivo del Milan. Ma a chi verrà assegnato, quest’anno, il prestigioso riconoscimento?
Ancora è tutto “top secret” (ma soprattutto, sarà ancora un uomo?), così come incognita resta la data della cerimonia di consegna, che dovrebbe avere luogo verso la fine di giugno e sarà – come
da tradizione – in concomitanza con la presentazione della Coppa Angelo Quarenghi, che torna quindi dopo lo stop forzato dello scorso anno causa pandemia.
Quel che è certo è che, nonostante le difficoltà legate al Covid, il Comitato ha in serbo per la bella stagione tutta una serie di attività ed iniziative, che ruotano attorno al mondo dello sport e non
solo.

L’ 11-12-13 giugno si riunirà inoltre a San Pellegrino Terme la commissione medico-scientifica della Federazione Pugilistica Italiana (CONI) – sezione Studi e Ricerche – , presieduta dal professor Mario Ireneo Sturla, per una tre giorni di studi sulla salute e sullo sport. La stagione prosegue l’11 luglio con la collaborazione all’organizzazione del Concorso di Eleganza per auto e moto d’epoca, promosso dal Club Orobico Auto Moto d’Epoca e dal Veteran Guzzi di San Pellegrino Terme, a cui seguirà nelle ultime giornate di luglio la Summer School, un convegno di medicina riabilitativa per lo sport in collaborazione con l’Università degli Studi di Bergamo.

Da giovedì 26 a domenica 29 agosto tornerà l’attesissima Coppa Angelo Quarenghi, torneo internazionale di calcio giovanile Under 14, giunto alla sua 14ª edizione. In contemporanea al
torneo per i ragazzi torna anche l’edizione “al femminile” dedicata alle giovani under 15, alla sua quinta edizione. Il 4 e 5 settembre sarà invece la volta della terza Dream Cup Emiliano Mondonico.
Chiuderanno le danze il premio “Angelo Quarenghi al medico sportivo” – previsto per i primi giorni di settembre – ed il convegno medico sulla riabilitazione nelle malattie neurologiche, in
collaborazione con Associazione Genesis, in programma per fine settembre.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it