Vaccino, un bergamasco su quattro ha ricevuto anche la seconda dose: i dati Comune per Comune - BergamoNews
La mappa

Vaccino, un bergamasco su quattro ha ricevuto anche la seconda dose: i dati Comune per Comune

In provincia superata ormai da sabato quota 50% dei vaccinati con almeno una dose: nell'ultima settimana oltre 73mila somministrazioni.

Superata sabato 5 giugno la fatidica quota del 50% dei vaccinati, la provincia di Bergamo continua a tenere un buon ritmo di somministrazione.

Nell'ultima settimana, dal 2 all'8 giugno, la media complessiva degli hub vaccinali è stata di circa 10.500 al giorno: 73.166 le somministrazioni totali, suddivise in 62.247 prime dosi e 10.919 seconde.

Dall'inizio della campagna in provincia di Bergamo sono state inoculate 494.884 prime dosi (il 52,26% dei vaccinabili) e 233.963 seconde (poco meno del 25,9%): in 451.922 devono ancora riceverne una.

In Lombardia intanto sono circa 6,8 milioni le dosi somministrate: il ritmo giornaliero viaggia costantemente tra le 95mila e le 100mila.

Il vaccino più somministrato è sempre Pfizer, con ben 4.485.333 (66,77%), seguito da AstraZeneca, con 1.384.809 (20,61%), Moderna, con 613.433 (9,13%) e infine Janssen, con 234.463 (3,49%).

La mappa Comune per Comune

Scorri sulla mappa o cerca il Comune nel menù a tendina per scoprire i dati di prima e seconda dose e relative percentuali rispetto alla popolazione vaccinabile. I Comuni con un verde più intenso hanno vaccinato una percentuale di persone con la prima dose.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it