Bergamo

No al parcheggio sotterraneo in centro: bocciata la proposta della Lega

In consiglio comunale la discussione attorno all'ordine del giorno a prima firma di Luisa Pecce

Non è realizzabile e dimostra una visione forse troppo ristretta del centro città.

Questi sono, in sintesi, i commenti finali da parte degli assessori alla mobilità del Comune di Bergamo, Stefano Zenoni, e all’urbanistica, Francesco Valesini, all’ordine del giorno a prima firma della consigliera della Lega Luisa Pecce in cui viene proposta la realizzazione di parcheggi sotterranei in Largo Belotti o in corrispondenza di Palazzo Uffici. 

Il testo è stato presentato in seguito al progetto di restyling del terzo lotto del centro piacentiniano  tra Piazza Matteotti e Palazzo Uffici. Parte di una lunga promenade che partirà da via XX Settembre, completamente pedonalizzata. Addio, quindi, alle auto a cui sarà vietato il passaggio (ad eccezione dei residenti, delle attività di carico e scarico per i commercianti e dei clienti del parcheggio in via Borfuro) e, anche, la sosta.

Saranno, infatti, eliminati i parcheggi delle auto nella piazza antistante a Palazzo Frizzoni, mentre quelli dei motocicli saranno spostati davanti a Palazzo Uffici.

“Ciò vuol dire dare un altro colpo, questa volta mortale al commercio di vicinato che lascerà sempre più spazi vuoti ( complice anche la crisi economica è già evidente la desertificazione ad esempio in via Sant’Orsola, via Sant’Alessandro, via Borfuro), meno luci, meno controllo del territorio, meno vita – si legge nel testo della Lega – Un centro felicemente pedonalizzato può essere attrattivo e addirittura di stimolo per la vitalità della città e del commercio se ricalca quanto ci insegnano tante realtà urbanistiche di ridenti città francesi, svizzere o tedesche che utilizzano parcheggi sotterranei in centro città. Si è infatti constatato che queste soluzioni non attirano maggior traffico ma offrono un servizio che impedisce il congestionamento e l’inquinamento e rendono fruibile e vivo il centro”.

La proposta della Lega è, quindi, di  “considerare, in occasione del restyling del centro Piacentiniano, nell’ottica di una coesistenza di mezzi pubblici , mobilità dolce, auto e pedoni e con l’obiettivo di rendere vivo, commercialmente attivo e sicuro il centro cittadino: la progettazione in un prossimo futuro di un parcheggio sotterraneo multipiano in Largo Belotti; la possibilità di realizzare un parcheggio sotterraneo in corrispondenza di Palazzo Uffici”, si legge nel testo dei consiglieri del Carroccio.

“Mi sembra che ci sia una visione un po’ ristretta di quello che viene considerato centro città – ha commentato Zenoni nella discussione dell’ordine del giorno bocciato dalla maggioranza dei consiglieri –  Noi lo consideriamo come tutta l’area del distretto urbano del commercio che arriva fino a Porta Sud. Quello che a volte a me sembra è che consideriate il centro cittadino solo da qui (Palazzo Frizzoni) fino a Piazza Pontida. Ma non è così”.

“E capirlo fa intendere maggiormente il progetto di restyling del centro piacentiniano e, di conseguenza, il tema dell’eliminazione dei parcheggi. Sono state più volte citate città metropolitane ed europee a mo’ di esempio, ma io sono sicuro e certo che in queste città il parcheggio non si trova nella piazza della cattedrale, ma a 250, 500 o 700 metri di distanza da essa. E, con quella distanza, anche nella nostra città ci sono sufficienti parcheggi: senza dubbio. E non mancheranno i parcheggi di interscambio per non far sentire la mancanza di quei 30 parcheggi che verranno meno: un numero irrisorio a ben vedere. Inoltre, per il parcheggio che rimarrà nell’area, quello di via Borfuro, proveremo a ragionare per una possibile Area C sul modello milanese”, ha continuato Zenoni cercando di integrare una riflessione che, come più volte ha sottolineato, non deve essere ideologica né in un senso né nell’altro.

Lapidario l’intervento da parte dell’assessore Valesini che taglia corto affermando che per realizzare quel parcheggio bisognerebbe “tagliare 45 piante e chi dice di no non ha idea del cantiere che bisognerebbe realizzare. Non c’è nemmeno da discutere”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI