Quantcast
Giro d’Italia Giovani Under 23, a Imola tappa e maglia rosa per Juan Ayuso - BergamoNews
Ciclismo

Giro d’Italia Giovani Under 23, a Imola tappa e maglia rosa per Juan Ayuso

Ayuso guida ora la classifica con cinque secondi di vantaggio su Verre in attesa di affrontare la terza frazione, 132,5 chilometri con partenza e arrivo a Cesenatico.

Imola è la patria del ciclismo e della Formula 1: chi vince nella cittadina emiliana, ha un futuro garantito davanti a sé. Lo sa bene Juan Ayuso che, dopo aver dominato le classiche di primavera, si è aggiudicato la seconda tappa del Giro d’Italia Giovani Under 23.

Favorito numero uno per la vittoria finale, il portacolori del Team Colpack-Ballan non si è fatto intimorire dalle numerose pressioni esterne strappando la maglia rosa ad Alessandro Cantoni (#inEmiliaRomagna Cycling Team).

La frazione, 138 chilometri con partenza da Riccione, è apparsa particolarmente combattuta sin dai primi metri complice il tentativo di fuga animato da Connor Sens (Holdsworth Zappi), Lorenzo Peschi (Beltrami TSA-Tre Colli), Leandro Masotto (Iseo Serrature-Rime-Carnovali) e Tommaso Nencini (Petroli Firenze-Hopplà-Don Camillo).

Nonostante il percorso ondulato, il gruppo trainato dalla squadra di Almè non ha concesso più di tre minuti di vantaggio chiudendo il gap poco prima della salita di Monticino.

L’ingresso nel circuito iridato ha accesso gli animi degli uomini di Antonio Bevilacqua che si sono resi subito protagonisti di una serie di allunghi in compagnia di altri atleti.

Così come era avvenuto nel corso del Mondiale 2020, a decidere le sorti è stata ancora una volta la salita della Gallisterna.

La breve ascesa ha infatti lanciato Ayuso che, dopo aver ripreso un volitivo Davide Baldaccini (Petroli Firenze), ha scollinato con circa una decina di secondi sul plotone principale.

Raggiunto da Alessandro Verre e dall’eritreo Henok Mulubrhan (Team Qhubeka), il giovane spagnolo ha insistito ulteriormente tagliando il traguardo davanti al compagno di squadra.

“Ho voluto anticipare perchè sapevo che tutti stavano correndo contro di me e quindi sono felice del risultato e di aver conquistato la maglia. Ci tenevamo, come team, a riscattarci dopo la tappa di ieri in cui non era arrivato il risultato – ha sottolineato il giovane iberico dopo l’arrivo -. Che dire? Siamo una grande squadra e rimane ancora molto lavoro da fare per le prossime otto tappe”.

Juan Ayuso

A completare la magica giornata del Team Colpack-Ballan ci ha pensato Simone Baroncini che ha chiuso le proprie fatiche in quarta posizione.

“Si tratta di una giornata importante in termini di risultato – ha spiegato il team manager Antonio Bevilacqua -. Avevamo impostato una condotta di corsa più al risparmio, in considerazione della classifica generale, ma Juan è un artista ed ha voluto regalarci questa gioia”.

Ayuso guida ora la classifica con cinque secondi di vantaggio su Verre in attesa di affrontare la terza frazione, 132,5 chilometri con partenza e arrivo a Cesenatico.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI