Quantcast
Selezione Bancarella Sport, tra i vincitori due bergamaschi: Gigi Riva e Ildo Serantoni - BergamoNews
A pontremoli

Selezione Bancarella Sport, tra i vincitori due bergamaschi: Gigi Riva e Ildo Serantoni

I giornalisti orobici in corsa con i loro libri per il prestigioso riconoscimento che verrà assegnato il 17 luglio

Ci sono anche due bergamaschi, Gigi Riva e Ildo Serantoni, nella lista dei vincitori della Selezione Bancarella Sport. Per l’edizione 2021 sono stati scelti sei libri che poi si giocheranno il prestigioso riconoscimento che verrà assegnato il prossimo 17 luglio a Pontremoli. Tra questi ci sono anche Non dire addio ai sogni di Riva (Mondadori) e Felice Gimondi – Campione dello sport, campione nella vita di Serantoni (Bolis Edizioni).

Le due penne bergamasche hanno vinto la selezione Sport insieme a Dolomiti da leggenda di Beppe Conti (Reverdito Editore); Tutto il mio calcio minuto per minuto di Ezio Luzzi (Baldini+Castoldi); Donne in bicicletta di Antonella Stelitano (Ediciclo); Panini – Storia di una famiglia e di tante figurine di Leo Turrini (Minerva).

I finalisti verranno ora sottoposti all’attenta valutazione dei componenti della “Grande Giuria”, ovvero: i librai indipendenti (appartenenti alle due associazioni organizzatrici dei Premi Bancarella), gli elettori designati dal Panathlon Distretto Italia e le personalità del mondo sportivo e del giornalismo che voteranno tramite scheda elettronica segreta, da recapitarsi al notaio del premio, Sara Rivieri.

Il notaio effettuerà lo spoglio dei voti in seduta pubblica decretando così il vincitore assoluto della 58esima edizione del Premio Bancarella Sport.

L’appuntamento è per la serata del 17 luglio, quando verrà effettuata anche la consegna del premio alla carriera giornalistica “Bruno Raschi” a Carlo Cavicchi.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it