Quantcast
Lavori in corso: il Comune di Treviolo “recluta” i ragazzi delle superiori - BergamoNews
Il comune informa

Lavori in corso: il Comune di Treviolo “recluta” i ragazzi delle superiori

Due settimane di lavori socialmente utili per la comunità treviolese e di collaborazione attiva con le associazioni del paese. Per il terzo anno il Centro di Aggregazione Giovanile “Il Graffio” del Comune di Treviolo propone l’attività “Lavori in corso” ai ragazzi dalla prima alla quarta superiore

Due settimane di lavori socialmente utili per la comunità treviolese e di collaborazione attiva con le associazioni del paese. Per il terzo anno il Centro di Aggregazione Giovanile “Il Graffio” del Comune di Treviolo propone l’attività “Lavori in corso” ai ragazzi dalla prima alla quarta superiore.

Un’attività estiva particolare, che stimola i giovani e li rende protagonisti di piccole ma importanti azioni di volontariato. Le iscrizioni apriranno il 31 maggio e chiuderanno il 7 giugno, i posti disponibili sono 15 e i giorni in cui i ragazzi saranno chiamati a prestare la loro opera vanno dal 14 al 25 giugno. Si può scegliere di iscriversi la mattina dalle 8.30 alle 11.30 o il pomeriggio dalle 15.30 alle 18.30, per una o per entrambe le settimane.
“I ragazzi saranno divisi in tre gruppi – spiega Giulia Mori, l’educatrice che gestisce il progetto insieme ai colleghi Luciano Togni e Paolo Manzoni –. Proponiamo loro alcune attività di manutenzione, come ad esempio carteggiare e ridipingere corrimano o cancellate di edifici pubblici, attività di giardinaggio come la sistemazione di aiuole o la pulizia di parchi pubblici, la pulizia dei mezzi dei servizi sociali. Un anno abbiamo riorganizzato e sistemato il magazzino del Gruppo Volontari di Treviolo. È stato un lavoro duro, ma alla fine ha dato molta soddisfazione ai giovani che hanno ricevuto il plauso e i ringraziamenti dell’associazione”.

Al termine delle due settimane, coloro che avranno partecipato al progetto decideranno come spendere il compenso collettivo ottenuto con il loro lavoro, solitamente organizzando una gita o un momento di svago da godersi tutti insieme.

“Gli scorsi anni abbiamo ottenuto una grande adesione a “Lavori in corso”, segno che questa attività piace molto ai giovani, sempre pronti a spendersi per il territorio – continua Giulia Mori -. Quest’anno, visto che nel 2020 non abbiamo potuto organizzare questa attività a causa delle restrizioni dovute al Covid, abbiamo scelto di dedicare al progetto due settimane rispetto alla sola degli anni precedenti. Questo per offrire ai ragazzi una maggiore scelta e dare l’opportunità di partecipare a quanti più giovani possibile, considerato che il numero di posti è limitato per questioni organizzative e di sicurezza”.

“Anche quest’anno il Comune di Treviolo ha voluto pensare agli adolescenti e ai giovani offrendo loro diverse proposte per l’estate – commenta l’assessore alle Politiche Giovanili Martina Locatelli -. Le opportunità sono svariate proprio per accontentare le caratteristiche e le esigenze di quanti più ragazzi possibile: oltre a “Lavori in corso” ci sono infatti le attività promosse dal Cag con “Ado_k” e il centro estivo “Gioco d’estate”. Speriamo che i nostri sforzi per andare incontro alle famiglie e ai giovani del territorio ottengano un buon riscontro, come del resto è stato negli anni passati. In particolare “Lavori in corso” è pensato per consentire ai ragazzi di mettersi in gioco per il loro paese, per la comunità, apprezzando quanto lo spendersi gratuitamente per gli altri possa portare grande soddisfazione. Con la speranza che questa esperienza possa poi tradursi in una costante, perché di volontari c’è sempre bisogno”.

Per iscrizioni e informazioni basta inviare un’email all’indirizzo cagraffio@comune.treviolo.bg.it

ARTICOLO A CURA DEL COMUNE DI TREVIOLO
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it