Quantcast
"A Valbondione, Gandellino, Gromo e Valgoglio un solo medico di base per 4mila abitanti" - BergamoNews
La lettera

“A Valbondione, Gandellino, Gromo e Valgoglio un solo medico di base per 4mila abitanti”

A turnazione visita i pazienti nell’ambulatorio di Gromo. La denuncia del Consigliere Walter Semperboni, di Valbondione: "Vorrei ricordare ai nostri politici come proprio la mancanza della medicina territoriale sia stata una delle principali cause di proliferazione della pandemia, che ha causato migliaia di vittime in Valseriana"

Il problema è cronico. Parliamo della carenza di medici di base, soprattutto nelle valli. È il caso di Valbondione, Gandellino, Gromo e Valgoglio, in Valle Seriana. Insieme rappresentano un bacino di circa 4mila abitanti, ma si ritrovano ad avere un solo medico di base che a turnazione visita i pazienti nell’ambulatorio di Gromo.

Lo denuncia Walter Semperboni, amministratore di maggioranza del Comune di Valbondione: “Quando le Istituzioni devono fare economia, trovano terreno fertile nel tagliare servizi a quei paesini e, quindi, ai loro abitanti, con la scusa del ridotto numero di utenti” scrive in una lettera inviata alla redazione di Bergamonews.

Visitare un numero così elevato di pazienti, su più turni e in poco tempo, avrebbe diversi risvolti negativi, compresa la mancanza di familiarità tipica del rapporto con il proprio medico. “Il medico di famiglia non si chiamava così a caso – fa notare Semperboni -, conosce a memoria le patologie del proprio assistito. Vorrei ricordare ai nostri politici e ai vari direttori generali, come proprio la mancanza della medicina territoriale sia stata una delle principali cause di proliferazione della pandemia, che ha causato migliaia di vittime in Valseriana”.

La lettera termina così: “Credo che anche noi montanari abbiamo il diritto di vivere in modo dignitoso, e non solo di sopravvivere – sottolinea Semperboni -. Questa dignità non può prescindere dall’avere la sicurezza di poter fare affidamento su un numero maggiore di dottori, che possano intervenire nel momento del bisogno”.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it