• Abbonati
Bergamo

Treno per Orio, “500 in piazza” per l’interramento: “Ora incontro con Rfi, noi non molliamo” fotogallery

La manifestazione pacifica ha portato ad un incontro con il sindaco Giorgio Gori con sei rappresentanti dei quartieri e di Italia Nostra

Gli organizzatori stimano una presenza di circa 500 persone. Lo fa sapere Elena Zoppetti, membro del comitato di quartiere di Boccaleone, a proposito della manifestazione svoltasi fuori da Palazzo Frizzoni, nel centro di Bergamo, per chiedere l’interramento del tratto ferroviario per l’aeroporto di Orio al Serio.

Dalle 16 cittadini e cittadine hanno riempito il centro e partecipato alla causa con striscioni e palloncini colorati, firmando la petizione portata avanti dai quartieri. In un clima di festa e cittadinanza attiva.

La tratta del collegamento ferroviario per l’aeroporto di Orio al Serio deve essere interrato. É questa una delle richieste portate avanti con forza da diversi mesi dal comitato di quartiere.

Ma è un deciso “non si può fare” quello che gli abitanti dei quartieri continuano a ricevere da parte di RFI (Rete Ferroviaria Italia), capofila del progetto e, da pochi giorni, anche da Regione Lombardia che ha inserito il collegamento ferroviario nel piano strategico delle Olimpiadi invernali del 2026.

Il Comitato di quartiere di Boccaleone però non si arrende ed è sceso in piazza con l’adesione di Italia Nostra – sezione di Bergamo, Circolo Legambiente Bergamo APS, Comitato di quartiere Campagnola, Associazione per il Villaggio APS, Associazione Colognola per il suo futuro APS, Comitato Ambiente e Salute San Tomaso de Calvi, Coord. provinciale delle Associazioni e dei Comitati ambientalisti, A.Ri.Bi. Associazione per il Rilancio della Bicicletta.

 

La manifestazione pacifica ha portato ad un incontro con il sindaco Giorgio Gori con sei rappresentanti dei quartieri e di Italia Nostra.

“Una discussione animata, durata un’ora e mezza – spiega Zoppetti – Che ha portato alla decisione che il sindaco darà vita ad un incontro con RFI per verificare gli effettivi costi delle opere che chiediamo, tra cui l’interramento. È stato un importante momento di apertura che speriamo continui. Noi non molliamo”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI