L’importanza di fare una buona colazione, l’esperta: “È alleata della linea e della salute” - BergamoNews
Informazione Pubblicitaria

Salute

Le indicazioni

L’importanza di fare una buona colazione, l’esperta: “È alleata della linea e della salute”

Ne parliamo con la dottoressa Cristina Robba, referente dell’ambulatorio di nutrizione clinica del Policlinico San Marco di Zingonia e nutrizionista di Smart Clinic “Le Due Torri”

Sono tanti gli italiani che, soprattutto durante la dieta, al mattino non fanno colazione ma si concedono solo un “caffè al volo”. In realtà, è proprio questo il primo errore che in molti commettono per cercare di mantenere la linea. Cominciare la giornata con una buona prima colazione, invece, non solo ci permette di tenere sotto controllo il peso, ma anche di preservare la nostra salute e avere le energie necessarie per affrontare la giornata. Come ci spiega la dottoressa Cristina Robba, referente dell’ambulatorio di nutrizione clinica del Policlinico San Marco di Zingonia e nutrizionista di Smart Clinic “Le Due Torri”.

Dottoressa Robba, perché la colazione è così importante?

Innanzitutto fornisce la benzina necessaria per far funzionare il cervello e quindi migliora le prestazioni intellettuali, memoria, attenzione e concentrazione. Inoltre serve a regolare il metabolismo dopo il digiuno prolungato della notte e scandisce il ritmo fame-sazietà dei pasti successivi, aiutando a mantenere il peso sotto controllo.Al contrario, chi la salta finisce per eccedere a metà mattina e a pranzo, mangiando più del necessario e privilegiando in particolare cibi ricchi di zuccheri come snack e dolci. Tutto questo innesca un circolo vizioso di picchi glicemici e cali glicemici (cioè repentini innalzamenti e cali dei livelli di zucchero nel sangue) che nel tempo portano a un aumento di peso. Ecco perché la colazione può davvero essere considerata il pasto più importante. Ovviamente, deve essere equilibrata, meglio ancora se fatta a casa, seduti a tavola, in modo da dedicarle il tempo necessario, proprio come si fa (o si dovrebbe fare) con il pranzo e la cena.

Come dovrebbe essere allora la colazione ideale?

Una buona colazione dovrebbe fornire in media il 20% (quindi per fare un esempio, almeno 400 kcal per un fabbisogno medio di 2000). Per quanto riguarda, invece, gli alimenti, tenendo conto delle proprie abitudini e gusti, dovrebbe comprendere una fonte di proteine, ad esempio latte o yoghurt, indispensabile per tenere sotto controllo la fame (l’assunzione di proteine diminuisce i livelli di grelina, cioè l’ormone che stimola l’appetito), frutta fresca o spremute, che oltre a essere ricche di elementi preziosi come vitamine e sali minerali contengono zuccheri semplici che forniscono energia facilmente disponibile, cereali possibilmente integrali e derivati (pane, biscotti, fette biscottate, cereali da colazione etc.) che garantiscono una riserva di energia per le ore successive. È importante che anche chi non è abituato a fare colazione impari a concedersi del tempo per questo pasto, anche chiedendo consulto a un nutrizionista che potrà suggerire la colazione più indicata in base alle caratteristiche, esigenze e anche gusti di ciascuno.

La colazione salata e a base di proteine, che in tanti preferiscono, può essere una valida alternativa alla classica?

Una colazione salata e ricca di proteine favorisce un maggior senso di sazietà nel corso della giornata e conseguentemente un minor consumo calorico a pranzo. Inoltre evita bruschi rialzi glicemici, e di conseguenza di insulina, motivo per il quale diversi studi hanno dimostrato ad esempio essere indicata per le persone diabetiche. Ovviamente è importante scegliere in modo corretto le fonti proteiche, privilegiando alimenti che non apportino troppi grassi. Un esempio potrebbe essere un toast, in cui alle proteine di prosciutto e formaggio si associano i carboidrati del pane, accompagnato da un succo di frutta senza zucchero oppure dei cracker con prosciutto cotto sempre associati a succo di frutta o frutta fresca.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it