Un'altra tragedia sul lavoro: 54enne muore investito da un camion - BergamoNews
A spirano

Un’altra tragedia sul lavoro: 54enne muore investito da un camion

Sul posto, un'azienda in via Campo Romano, un'ambulanza e l'elisoccorso, ma ogni tentativo di salvare l'uomo è stato inutile

Un’altra tragedia sul lavoro tocca la provincia di Bergamo. Nella mattinata di lunedì S. P., un uomo di 54 anni di Orio al Serio, ha perso la vita nei pressi dell’azienda De Berg in via Campo Romano a Spirano.

Le prime informazioni parlano di un investimento da parte di un camion. Sul posto, che si trova in un’area industriale nella zona della Francesca, è intervenuta un’ambulanza ed è stato inviato l’elisoccorso, ma ogni tentativo di salvare il 54enne è stato inutile. Ancora ignote le sue generalità.

Per chiarire i contorni della vicenda sono al lavoro i carabinieri del comando di Treviglio e i tecnici di Ats Bergamo.

Si tratta della terza vittima sul lavoro in una decina di giorni per la Bergamasca. Il 6 maggio a Pagazzano, non lontano da Spirano, era morto in cantiere il 46enne Maurizio Gritti. Due giorni dopo, sempre all’interno di un cantiere, questa volta a Tradate (Varese), era deceduto Marco Oldrati, 52enne di San Paolo d’Argon.

Più informazioni
leggi anche
  • Piattaforma di proposte
    “Fermiamo la strage sul lavoro”: Cgil, Cisl e Uil per la sicurezza
    morto cantiere pagazzano
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it