Quantcast
Neodecortech, nel primo trimestre 2021 il fatturato cresce del 20% - BergamoNews
Filago

Neodecortech, nel primo trimestre 2021 il fatturato cresce del 20%

Le vendite dell'azienda bergamasca sono aumentate in Italia del 19,2% e in Europa del 27,3%, mentre sono diminuite in Asia e Medio Oriente di circa il 65% e in America dell’1.8%

Neodecortech ha chiuso il primo trimestre con ricavi netti pari a 39,6 milioni di euro, in crescita del 19,3% rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente, chiuso a 33,2 milioni di euro.

Più nel dettaglio, per l’azienda bergamasca leader in Italia nella produzione di carte decorative per pannelli nobilitati e del flooring utilizzati nel settore dell’interior design le vendite della divisione carta decorativa stampata sono in aumento del 27,6%, le vendite della divisione carta decorativa crescono del 19,9%, infine quelle della divisione energia sono in crescita del 4,9% rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente.

A livello geografico, le vendite sono aumentate in Italia del 19,2% e in Europa del 27,3%, mentre sono diminuite in Asia e Medio Oriente di circa il 65% e in America dell’1.8% rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente.

“I risultati del primo trimestre 2021 – spiega Luigi Cologni, ad di Neodecortech -, evidenziano la continuità del trend di ripresa e crescita iniziato nel secondo semestre 2020, in termini sia di fatturato che di marginalità e di solidità finanziaria. Dal raffronto con i risultati dello stesso periodo dell’anno precedente al 31 marzo 2020, emerge che l’anno scorso essi pur essendo ancora poco impattati dagli effetti della pandemia Covid-19, comprendevano poste non ricorrenti per 2.8 milioni di euro (tra cui principalmente Altri ricavi per rimborsi assicurativi per danni alla Centrale Elettrica di Bioenergia Guarcino e per il rilascio delle Stock grant)”.

Per il gruppo Neodecortech nel primo trimestre 2021 il costo del venduto e gli altri costi operativi netti ammontano a 29,5 milioni di Euro, con un’incidenza del 73,6% sui ricavi, percentualmente in aumento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, pari a 26,5 milioni di euro (70,8% dei ricavi). Tale maggiore incidenza è legata agli aumenti delle materie prime strategiche del Gruppo (grasso di origine animale, cellulosa, biossido di titanio, resine, film plastici) di cui è in corso il trasferimento sui listini prezzi di vendita. “Gli ottimi risultati del primo trimestre 2021 -continua l’amministratore delegato di Neodecortech- sono stati invece ottenuti nonostante la recente significativa spinta al rialzo di tutte le materie prime strategiche e nonostante tali rincari non siano ancora stati compiutamente riflessi nell’aggiustamento dei listini prezzi applicati ai clienti”.

I costi per il personale ammontano a 5,5 milioni di euro, con un’incidenza del 13,9% sui ricavi, in linea con lo stesso periodo dell’anno precedente (5,5 milioni di euro), ma con un’incidenza inferiore (16,4% dei ricavi nel 1Q 2020) grazie ai significativi miglioramenti di produttività. I dipendenti in forza al 31 marzo 2021 sono 400 rispetto ai 385 del 31 dicembre 2020.

Il margine operativo lordo (EBITDA) ammonta a 5,1 milioni di euro (12,8% dei ricavi), rispetto ai 5,5 milioni di euro del primo trimestre 2020 (16,5% dei ricavi), che includeva poste non ricorrenti per circa 2,8 milioni di euro (tra cui altri ricavi per rimborsi assicurativi per danni alla Centrale Elettrica di Bioenergia Guarcino e per il rilascio delle Stock grant) e il costo per il piano di welfare aziendale e per il translisting al MTA. Il margine operativo netto (EBIT) è pari a 2,9 milioni di euro (7,2% dei ricavi) e si confronta con 3,3 milioni di euro (10,1% dei ricavi) del primo trimestre 2020, che include le sopra indicate poste non ricorrenti.

Gli oneri finanziari netti ammontano nel trimestre a 0,5 milioni di euro in linea con il primo trimestre 2020. Il risultato prima delle imposte evidenzia un utile di 2,4 milioni di euro e si confronta con 2,9 milioni di euro del primo trimestre 2020, che include le sopra indicate poste non ricorrenti. Il trimestre chiude con un utile netto di 1.8 milioni di euro (pari allo 4.4% dei ricavi), rispetto a 2,3 milioni di euro del primo trimestre 2020 (pari al 6,9% dei ricavi), che include le sopra indicate poste non ricorrenti. La posizione finanziaria netta al 31 marzo 2021 si attesta a 37,4 milioni di euro, in diminuzione di 2,5 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2020, e in diminuzione anche rispetto alla posizione finanziaria netta al 31 marzo 2020 quando è stata pari a 45,6 milioni di euro. La PFN sconta già Investimenti effettuati nel trimestre per 1,7 milioni di euro.

“L’indebitamenti finanziario netto – conclude Cologni – è in costante diminuzione (-2,5 milioni di Euro rispetto al 31 dicembre 2020 e -8,2 milioni di euro rispetto allo stesso trimestre del 2020), pur a fronte di 1.7 milioni di euro di investimenti effettuati nel trimestre 2021 e dopo aver acceso 10 milioni di nuovi finanziamenti garantiti a m/l termine nel secondo semestre 2020. Pur nella incertezza legata al perdurare degli effetti del Covid-19, i dati e gli ordini in portafoglio alla data odierna del secondo trimestre ci confortano e ci portano a confermare il conseguimento dei risultati previsti nel budget 2021, approvato con il Piano Industriale 2021-23 dal Consiglio di Amministrazione lo scorso febbraio. Infine, mi fa particolarmente piacere constatare che anche grazie all’ammissione delle azioni e dei warrant della Società nel Segmento STAR di Borsa Italiana, avvenuta il 15 marzo, la capitalizzazione della società è significativamente aumentata e le che azioni Neodecortech hanno sovraperformato l’indice FTSE STAR”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI