Quantcast
L'Italia riapre, da mercoledì coprifuoco alle 23: cosa cambia per ristoranti, centri commerciali, palestre e piscine - BergamoNews
Il nuovo decreto

L’Italia riapre, da mercoledì coprifuoco alle 23: cosa cambia per ristoranti, centri commerciali, palestre e piscine

Approvato il Decreto. Ristoranti aperti al chiuso dal 1° giugno. Matrimoni con green pass a partire dal 15 giugno. Restano senza una data di riapertura le discoteche.

Un calendario per tornare alla normalità dopo le chiusure del lockdown voluto per blindare il contagio del Covid. Il presidente del Consiglio Mario Draghi, dopo la cabina di regia che si è svolta nel pomeriggio di lunedì 17 maggio, ha fatto avere ai governatori il nuovo calendario. Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto che sposta il coprifuoco alle 23 da mercoledì 19 maggio. Dal 7 giugno il coprifuoco sarà a partire da mezzanotte, mentre verrà tolto completamente dal prossimo 21 giugno.

Tutte le regole introdotte saranno valide in zona gialla. Dal 1 giugno Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna saranno zona bianca e per chi vive in queste regioni avranno l’unico obbligo di portare la mascherina e rispettare il distanziamento.

Coprifuoco
Dal 19 maggio obbligo di rientro alle 23. Dal 7 giugno obbligo di rientro alle 24. Dal 21 giugno nessun obbligo di rientro e libera circolazione anche notturna.

Centri commerciali
Dal 22 maggio potranno rimanere aperti anche nei giorni festivi e prefestivi.

Impianti di risalita
Gli impianti di risalita in montagna riapriranno dal 22 maggio, alle condizioni indicate dalle linee guida.

Palestre
Le palestre riaprono il 24 maggio. Nelle palestre si potranno utilizzare gli spogliatoi ma sarà vietato fare la doccia.

Bar
Dal 1° giugno si potrà consumare al bancone.

Ristoranti
Dal 1° giugno riaprono i ristoranti al chiuso con consumo al tavolo dalle ore 5 alle 18, potranno aprire anche la sera.

Gli stadi
Si potrà tornare negli stadi dal 1 giugno e nei palazzetti dal 1 luglio ma la capienza non dovrà essere superiore al 25% di quella massima e comunque non superiore a 1000 persone all’aperto e 500 al chiuso.

Matrimoni
Le feste possono essere organizzate dal 15 giugno sia all’aperto sia al chiuso. Gli invitati dovranno avere la certificazione verde per dimostrare di essere stati vaccinati con la seconda dose, oppure di aver avuto il Covid ed essere guariti, oppure aver fatto un tampone con esito negativo nelle 48 ore precedenti.

Parchi tematici
Riaprono il 15 giugno.

Congressi
Riapertura dal 15 giugno con “green pass”.

Piscine e Centri termali
Dal 1° luglio riaprono le piscine al chiuso e i centri termali.

Sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò
Possono ripartire dal 1 luglio. Lo stesso giorno riaprono anche centri culturali, centri sociali e centri ricreativi.

Corsi di formazione
Via libera dall’1 luglio.

Casinò
Riapertura dal 1 luglio delle attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò

Discoteche
Le attività in sale da ballo, discoteche e simili, all’aperto o al chiuso, restano sospese.
“Basta essere trattati come untori, meritiamo rispetto. Riapre tutto fuorché le discoteche, è una cosa vergognosa e intollerabile: e non ci vengano a dire che siamo noi la causa della ripresa dei contagi, perché non è vero. Ci sono centinaia di famiglie che non sanno più come portare a casa la pagnotta. Finora siamo sempre stati buoni, adesso stiamo pensando ad azioni eclatanti”. È furibondo Gianni Indino, presidente del Silb, il sindacato dei locali da ballo dell’Emilia-Romagna, per la mancata indicazione di una data di riapertura delle discoteche, all’aperto e al chiuso. “Mi vergogno di vivere in un paese che non tiene nella giusta considerazione tutti i lavoratori e tutte le imprese nello stesso modo. Noi abbiamo sempre voluto cercare una soluzione condivisa, ma così non ci viene data nemmeno una speranza. Ma meritiamo rispetto e non siamo più intenzionati a subire” ha concluso.

Decreto Sostegni-bis
Non subirà ulteriori ritardi, invece, il decreto sostegni-bis, che potrebbe vedere la luce in un Consiglio dei ministri tra mercoledì e giovedì. Prima di ultimarlo, infatti, Draghi vuole capire cosa e quanto potrà riaprire in Italia. E su questo base i numeri dei ristori potranno sensibilmente cambiare. La speranza, nel governo, è che quello della prossima settimana sia l’ultimo decreto sostegni. L’obiettivo, infatti, è procedere ad una riapertura progressiva da qui a fine giugno.

Gallone (FI): Bene graduali riaperture, l’Italia riparte
“Bene la decisione di ridurre gradualmente il coprifuoco fino alla sua completa eliminazione. E bene anche la scelta, con un cronoprogramma dettagliato, di autorizzare i matrimoni, le cerimonie e gli eventi dal 15 giugno con green pass e di riaprire i centri commerciali nei weekend, i ristoranti al chiuso, i parchi tematici e le palestre. Insomma, l’Italia riparte grazie ad una campagna vaccinale che, per merito del generale Figliuolo, ha ingranato la marcia, al sacrificio della maggior parte degli italiani che hanno rispettato le norme di sicurezza e a un governo di salute pubblica che ha saputo fare le scelte giuste al momento giusto, valutando il rischio ragionato. Le attività che fino ad oggi hanno sofferto più di altre a causa dello stop forzato, come quelle che si occupano di wedding ed eventi, possono finalmente vedere la luce in fondo al tunnel. Forza Italia si è battuta proprio per tutte le categorie di lavoratori maggiormente penalizzate, che erano ferme da più di un anno e che non erano state economicamente sostenute in maniera adeguata. Far ripartire anche loro è un concreto segnale di ottimismo per l’immediato futuro del nostro Paese, perché il lavoro e la speranza sono il vaccino più efficace”. Lo dichiara Alessandra Gallone, vicepresidente dei senatori di Forza Italia.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI