Coprifuoco, matrimoni e ristoranti al chiuso: Governo al lavoro per le nuove regole - BergamoNews
La riunione

Coprifuoco, matrimoni e ristoranti al chiuso: Governo al lavoro per le nuove regole

Lunedì la cabina di regia: si decideranno i confini del decreto che entrerà in vigore dal 24 maggio.

Dal posticipo del coprifuoco alle regole per i matrimoni: lunedì il governo si riunisce per definire le nuove riaperture, con il presidente Mario Draghi che ha convocato la cabina di regia.

Sul tavolo della discussione il nuovo decreto, che dovrebbe entrare in vigore il 24 maggio.

Si scontreranno due correnti: da un lato quella della prudenza, rappresentata dal premier e dal ministro della Salute Roberto Speranza, che vorrebbero riaperture graduali e non intendono prendere impegni definitivi fino al monitoraggio di venerdì 21 maggio; dall’altro la fazione “aperturista”, guidata dal leader leghista Matteo Salvini seguito da diversi governatori regionali, che vorrebbe invece riaperture più ampie e immediate.

Lo scontro principale è quello sul coprifuoco, con un’intesa che dovrebbe essere trovata sulla fascia 23-5: difficile, infatti, che il governo ceda sulla mezzanotte.

Per quanto riguarda i ristoranti, gli imprenditori vorrebbero tornare subito a lavorare al chiuso e di sera, traguardo ora fissato all’1 giugno: chiedono l’anticipo al 24 maggio. Si va verso l’accordo, invece, per il consumo al bancone del bar, da stabilire se da subito o da giugno.

Grande punto interrogativo sui banchetti post matrimonio: le associazioni di categoria hanno predisposto un documento mandato al governo con tutti i protocolli necessari. Si parla di partecipazione degli invitati con certificazione verde, vale a dire doppia dose di vaccino, certificato di guarigione dal Covid o tampone negativo nelle 48 ore precedenti. Una buona base di partenza, che potrebbe far ripartire i banchetti dal 15 giugno.

Battono cassa anche palestre e piscine al chiuso: le prime riapriranno l’1 giugno, le seconde chiedono altrettanto. Così come i parchi tematici: vogliono anticipare di un mese l’apertura prevista per l’1 luglio.

 

 

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it