Quantcast
Passo passo verso l’esame di Stato: l’elaborato di maturità - BergamoNews
Informazione Pubblicitaria

Centro studi e Lyceum college Aurora

Aurora

Passo passo verso l’esame di Stato: l’elaborato di maturità

Il Centro Studi Aurora ha avviato un percorso di supporto per accompagnare i maturandi nella preparazione di questa prova fornendo strategie e consigli

Di cosa si tratta? Di quante pagine deve essere? Sono molte le domande che gli studenti candidati a sostenere l’esame di Stato si stanno ponendo rispetto all’elaborato di maturità 2021.

Il Centro Studi Aurora ha avviato un percorso di supporto per accompagnare i maturandi nella preparazione di questa prova fornendo strategie e consigli. Un percorso caratterizzato non solo all’affiancamento del candidato alla stesura dell’elaborato, ma anche attraverso un percorso specifico di supporto alla gestione dell’ansia, atto da specialisti nel settore.

L’elaborato è una nuova modalità di presentazione all’Esame di Stato,potrà avere la forma più varia, scritta, multimediale, prova pratica, in modo da tenere conto della specificità dei diversi indirizzi di studio, della progettualità delle istituzioni scolastiche e delle caratteristiche dello studente, allo scopo di valorizzare le peculiarità e il percorso personalizzato di ciascuno.

Nel linguaggio scolastico per elaborato si intende un cómpito, un componimento eseguito e presentato da ogni singolo alunno che svolge un argomento dato dal docente. L’elaborato, quindi, non può riferirsi a una scaletta di lavoro o alla presentazione di sintesi o a una mappa concettuale o soltanto a immagini.

L’elaborato deve essere trasmesso dal candidato al docente di riferimento per posta elettronica entro il 31 maggio.

La tipologia è aperta, coerente con le discipline coinvolte, e i consigli di classe hanno scelto se assegnare a ciascun candidato un argomento diverso, o se assegnare a tutti o a gruppi di candidati uno stesso argomento che si presti a uno svolgimento fortemente personalizzato, in modo da salvaguardare l’originalità di ogni elaborato, elemento che rappresenterà un valore aggiunto.

La Nota Ministeriale del 5 marzo 2021, quindi pubblicata esattamente due giorni dopo l’Ordinanza sugli esami di Stato, puntualizza che l’elaborato, deve essere strutturato a partire dalle cosiddette “discipline caratterizzanti”, per come scelte dagli allegati all’Ordinanza, eventualmente “integrato, in una prospettiva multidisciplinare.

L’avverbio “eventualmente” non è ininfluente, in quanto non costringe gli studenti a cercare collegamenti forzati,come avveniva non di rado negli anni scorsi quando i candidati presentavano “la tesina”, che a parte le dovute eccezioni, era un assemblaggio di materiali non elaborati, messi insieme nel tentativo di evitare il rischio di domande disciplinari specifiche da parte della commissione, specialmente di quella parte della commissione che era costituita da docenti esterni.

E’ vero che l’elaborato deve essere concepito come una prova aperta e può essere arricchito dagli apporti di altre discipline, ma la preoccupazione del candidato non deve essere quella di cercare quanti più collegamenti disciplinari possibili, ma quello di svolgere un elaborato che non perda di vista il focus individuato nel titolo e che, se integrato, mantenga sempre una sua coerenza.

Discussione, non presentazione dell’elaborato

L’Ordinanza Ministeriale, all’articolo 18 testualmente scrive discussione di un elaborato, non esposizione di un elaborato.

L’esposizione si limita all’illustrazione in forma orale di quanto scritto nell’elaborato, la discussione presuppone una esposizione interattiva, non acritica, ma consapevole, che parte dal focus delle discipline caratterizzanti e, attraverso la trattazione dei nodi concettuali, apre a collegamenti di senso con altre discipline, suscita domande da parte della commissione e viene valorizzato dalle risposte da parte del candidato.
Per avere ulteriori informazioni contattare:
– Centro Studi Aurora, a Bergamo in via Giorgio e Guido Paglia, 20 (tel. 035235267 – 3296627619, e-mail info@centrostudiaurora.it – sito www.centrostudiaurora.it – pagina Facebook e il profilo Instagram).
Aurora lyceum College, a Capriate San Gervasio in via Vittorio Veneto, 43 (tel. 02-90.96.25.86 – 3296627619 – 035-23.52.67, e-mail legalerappresentante@auroralyceumcollege.it – sito www.auroralyceumcollege.it).

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI