David di Donatello, Le Iene o Benvenuti nella giungla? La tv dell'11 maggio - BergamoNews
I programmi

David di Donatello, Le Iene o Benvenuti nella giungla? La tv dell’11 maggio

Ecco il palinsesto delle reti televisive per la prima serata di martedì 11 maggio

Per la prima serata in tv, martedì 11 maggio RaiUno alle 21.25 trasmetterà la 66esima edizione dei premi “David di Donatello”. Una prima serata evento condotta da Carlo Conti per celebrare il grande cinema italiano con il coinvolgimento di attori, attrici e registi che daranno vita ad una grande cerimonia tesa a raccontare, valorizzare e promuovere il nostro cinema e le sue eccellenze.

Su RaiDue alle 21.20 andrà in scena “Un’ora sola vi vorrei”. Enrico Brignano intrattiene il pubblico con uno show di varietà: monologhi, musica e divertimento, per ridere ed offrire spunti su costume e attualità…

Su Canale5 alle 21.45 andrà in onda la fiction “Buongiorno, mamma!”.

Su Italia1 alle 21.30 l’appuntamento è con “Le Iene show”.

Spazio all’attualità e alla politica su RaiTre, Rete4 e La7. Sulla terza rete della tv pubblica alle 21.20 ci sarà “#cartabianca“, condotto da Bianca Berlinguer; su Rete4 alle 21.25 “Fuori dal coro” condotto da Mario Giordano; e su La7 alle 21.15 “diMartedì“, condotto da Giovanni Floris.

Per chi preferisse vedere un film, su Rai4 alle 21.20 c’è “Pelham 1 2 3: Ostaggi in metropolitana”; su Rai5 alle 20.45 “The Captive – Scomparsa”; su Iris alle 21.10 “Il pistolero di Dio” e su Italia2 alle 21.10 “Benvenuti nella giungla”.

Da segnalare, infine, su La7D alle 21.30 la serie “Downton Abbey”; su La5 alle 21.10 la replica de “L’isola dei famosi” e su Mediaset Extra alle 20.25 “L’isola dei famosi – Extended edition”.

 

Questi sono i programmi previsti per stasera salvo variazioni dell’ultimo momento apportate dalle reti televisive.

Foto da Ufficio Stampa Rai

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it