Scivola alla baita Casinel e non riesce più a muoversi: l’elisoccorso la recupera - BergamoNews
Valbondione

Scivola alla baita Casinel e non riesce più a muoversi: l’elisoccorso la recupera

Due interventi, sabato 8 maggio, per la Stazione Cnsas di Valbondione, VI Delegazione Orobica

Due interventi, sabato 8 maggio, per la Stazione Cnsas di Valbondione, VI Delegazione Orobica.

Intorno alle 13 il primo allertamento, per una persona scivolata su una lingua di neve; era rimasta bloccata e non riusciva più né a salire, né a scendere. Si trovava in località Baita Casinel.

Quattro tecnici si sono portati in piazzola, a disposizione per le operazioni; nel frattempo l’elisoccorso di Areu (Agenzia regionale emergenza urgenza) ha recuperato la persona.

Mentre era ancora in corso il primo intervento, altra chiamata, dopo una ventina di minuti. In questo caso, si trattava di un incidente su terreno impervio.

Un uomo di 42 anni, che si trovava nei dintorni del rifugio Curò, aveva riportato un trauma a una caviglia in fase discesa e non riusciva a proseguire.

Le squadre del Cnsas, grazie anche all’Enel, che per accelerare i tempi di intervento ha messo a disposizione la funivia tra Valbondione e il Curò, in poco tempo sono arrivate in quota. I soccorritori, dopo un tratto a piedi, hanno raggiunto l’infortunato. Dopo avere valutato la situazione, lo hanno immobilizzato e trasportato a Valbondione, dove c’era l’ambulanza. L’uomo è stato portato in ospedale per accertamenti.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it