L'Atalanta supera in scioltezza il Parma (5-2): il ritorno in Champions sempre più vicino - BergamoNews
Serie a

L’Atalanta supera in scioltezza il Parma (5-2): il ritorno in Champions sempre più vicino fotogallery

Contro gli emiliani decidono una prodezza di Malinovskyi, poi Pessina, due volte Muriel e Miranchuk

L’Atalanta supera anche l’ostacolo Parma e viaggia spedita verso la Champions League. Al Tardini arriva una vittoria in scioltezza per gli uomini di Gasperini, che ne fanno cinque ai ducali e si riprendono il secondo posto, a quota 72.

Contro gli emiliani i tre punti non son o mai stati in discussione: troppa la differenza tra le due squadre in campo, con le motivazioni (il Parma è già in B) che hanno ulteriormente ampliato il divario.

A decidere tutto sono state le reti di Malinovskyi (12′), Pessina (52′) e Muriel (77′). Dopo il gol del colombiano sono scattati i fuochi d’artificio: Brunetta (78′) ha riaperto i giochi e ancora Muriel (86′) li ha richiusi. All’88’ Shom ha ridato ossigeno ai ducali ma Miranchuk, al 93′, ha messo il punto esclamativo al trionfo bergamasco.

L’Atalanta è la quinta volta in questa stagione che segna più di quattro gol in una partita.

Vittoria che vale doppio per la Dea, che stacca così la Lazio (battuta sabato a Firenze) e fa un passo importantissimo verso la riconferma nelle prime quattro posizioni: a tre giornate dal termine significa tanto.

Gli uomini di Gasperini in trasferta continuano a registrare numeri impressionanti: non perdono lontano da Bergamo dall’8 marzo (Inter-Atalanta 0-1), mentre in tutto il campionato sono stati sconfitti lontani dalle mura amiche in un’altra sola occasione, a Napoli il 17 ottobre. Poi 10 vittorie e 6 pareggi, per un totale di 36 punti. Un cammino da grande squadra.

Mercoledì al Gewiss Stadium arriva il Benevento, immischiato nella lotta salvezza.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it