Quantcast
Formazione dei giovani: nuova proposta per entrare nel mondo del lavoro digitale - BergamoNews
La novità

Formazione dei giovani: nuova proposta per entrare nel mondo del lavoro digitale

Nasce Ribes Academy, rivolta ai giovani non occupati e non impegnati in percorsi di formazione (i cosiddetti Neet) e ai working poor, ovvero coloro che sono a basso reddito e rischio povertà

Consorzio Ribes ha lanciato – rigorosamente online – la Ribes Academy, una nuova proposta di formazione esperienziale che offre corsi gratuiti, pratici e spendibili nel mondo del lavoro digitale a Bergamo.

Il nuovo progetto del Consorzio Ribes rilascerà ai partecipanti certificazioni di competenza spendibili nel mercato del lavoro, a patto che i beneficiari mettano a disposizione della comunità le skill acquisite, favorendo rapporti intergenerazionali e la coesione sociale in un’ottica di social give back.

A CHI SI RIVOLGE

La Ribes Academy si rivolge ai giovani non occupati e non impegnati in percorsi di formazione (i cosiddetti Neet) e ai working poor, ovvero coloro che sono a basso reddito e rischio povertà. I partecipanti accedono mediante colloquio motivazionale e test orientativo e saranno accompagnati al corso più adatto alla luce di preferenze personali e competenze pregresse. L’obiettivo del corso è di favorire la spendibilità lavorativa di ogni singolo studente.

QUALI CORSI

Inizialmente al via tre corsi in ambito digitale: Programmazione Web, WebApp e System Administration, erogati con la collaborazione di due aziende leader dell’innovazione digitale e un’agenzia di comunicazione. Si tratta di Sorint.lab, multinazionale leader tra i system integrator di nuova generazione e nella digital trasformation, Red Hat, principale fornitore mondiale di soluzioni open source di livello enterprise, e Why Not, cooperativa sociale esperta in servizi di comunicazione e sviluppo web. I contenuti del corso di System Administration saranno offerti da Red Hat Academy, un programma educativo open source erogato e gestito via web, che mette a disposizione delle organizzazioni formative materiali didattici pronti all’uso e offrirà ai partecipanti la possibilità di ottenere a fine corso un’ambita certificazione Red Hat.

“Ribes Academy è un modello di formazione e avvicinamento al lavoro di persone svantaggiate o fragili che si fonda su tre pilastri: formazione esperienziale, coinvolgimento diretto di aziende leader dei rispettivi settori di mercato e introduzione di una logica di restituzione sociale da parte dei corsisti”, ha illustrato Danilo Bertocchi, direttore di Ribes, durante la presentazione. “Ci auguriamo che l’Academy che oggi presentiamo, che verte sul comparto Tech, venga presto seguita da altri corsi in settori diversi, costruiti con lo stesso modello di riferimento”.

“Uno dei principali obiettivi di Sorint.lab è quello di diventare per i nostri interlocutori – siano essi istituzioni, territori, aziende – un partner con cui affrontare le sfide legate al processo di innovazione, creando valore aggiunto attraverso la tecnologia. Crediamo quindi che la Ribes Academy, proposta per il Consorzio Ribes dalla cooperativa WhyNot, sia il contesto ideale in cui portare avanti il nostro progetto, condividendo e mettendo a disposizione le competenze delle nostre persone” – hanno spiegato da Sorint.lab.

Andrea Zucchet, Senior Business Development Manager, Red Hat Training, ha aggiunto: “Nell’ambito di una già esistente collaborazione con la cooperativa WhyNot, ci siamo appassionati subito al progetto proposto dal Consorzio Ribes. I principi che Red Hat promuove sono quelli della collaborazione e della creazione di un ecosistema in cui la conoscenza venga messa a disposizione di tutti (“the Open Source Way” diremmo usando uno dei nostri slogan). Quando il Consorzio Ribes ci ha parlato della possibilità di dare un’opportunità di approfondimento tecnologico a nuovi talenti in campo Information Technology attraverso la creazione di un’accademia senza scopo di lucro, dove i partecipanti si impegnano a “donare” tempo in cambio delle conoscenze acquisite, ci è sembrato perfettamente in linea con la nostra filosofia e pertanto abbiamo offerto il nostro aiuto”.

IL SOCIAL GIVE BACK: COME FUNZIONA

L’accesso ai corsi è gratuito ed in cambio viene chiesto agli studenti di impegnarsi in un percorso di social give-back, con l’obiettivo di restituire del valore delle lezioni in termini di tempo dedicato alla comunità.

Nella prima annualità, con il fine di contribuire alla riduzione del digital divide nella città di Bergamo, si costruirà quindi un sistema di segnalazione delle esigenze della comunità con il supporto di istituzioni, reti, servizi sociali e Centri per la Terza Età sulla base del quale i corsisti interverranno, con un contributo di almeno quattro ore settimanali, a sostegno (informatico) degli anziani, grazie alle loro competenze acquisite.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI