Sul tram con l'hashish, non sfugge al fiuto di Tenai: 30enne arrestato - BergamoNews
A bergamo

Sul tram con l’hashish, non sfugge al fiuto di Tenai: 30enne arrestato

L'unità cinofila della Polizia Locale di Bergamo lo ha segnalato immediatamente: addosso 50 grammi di hashish e gli agenti ne hanno trovati altrettanti a casa sua, insieme a un bilancino di precisione.

Era sul tram da Albino a Bergamo con 50g di hashish: è stato il cane Tenai a segnalare N.K.A., 30enne residente a Bergamo, agli agenti della Polizia Locale di Bergamo, che lo hanno perquisito e arrestato nella mattinata di mercoledì.

Il controllo nell’ambito dell’iniziativa, che coinvolge l’unità cinofila della Polizia Locale, di contrasto dello spaccio di sostanze  stupefacenti in prossimità degli istituti scolastici e lungo le tratte dei mezzi pubblici: intorno alle 10.30 gli agenti e il cane Tenai sono saliti sul tram delle Valli alla fermata di Via San Fermo, in direzione centro città. Il cane si è avvicinato qui a N.K.A., incensurato e disoccupato, segnalando la possibile presenza di sostanza stupefacente nelle sue tasche.

Dalla perquisizione è scaturito il sequestro di un sacchetto di cellophane contenente Hashish per un quantitativo pari a 49,56 grammi e di banconote di diverso taglio, per un totale di 115 euro.

Gli agenti sono quindi passati alla perquisizione domiciliare: nella sua cantina sono stati trovati altri 45 grammi di hashish, un bilancino di precisione digitale e due coltelli utilizzati per tagliare lo stupefacente.

Sentito il sostituto Procuratore della Repubblica di turno, il trentenne è stato arrestato in flagranza del reato di spaccio di sostanze stupefacenti.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it