Vaccini in Fiera, a Zogno e Sant'Omobono: questa settimana 16.707 somministrazioni - BergamoNews
La campagna

Vaccini in Fiera, a Zogno e Sant’Omobono: questa settimana 16.707 somministrazioni

La scorsa settimana, grazie al boom del weekend, ne sono state inoculate oltre 21.300 nei centri gestiti dalla Asst Papa Giovanni XXIII.

La scorsa settimana l’Asst Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dalla quale dipendono gli hub della Fiera in città, di Zogno e Sant’Omobono, ha eseguito 21.320 vaccinazioni anti-Covid, ottomila solamente tra giovedì e venerdì.

Numeri importanti, che hanno portato il totale complessivo (dal 27 dicembre al 3 maggio) a oltre 93mila vaccinazioni.

Per la settimana in corso, invece, l’Asst prevede di riuscire a somministrare 16.707 vaccini, con un precisa programmazione che, sia nelle linee sia nel numero di dosi programmate, può subire aggiustamenti e variazioni a seguito di nuove consegne.

La maggior parte di queste saranno somministrate in Fiera: 7.056 prime dosi (su sette linee attive giornalmente) e 4.239 seconde dosi (da 2 a 4 linee attive). Segue Zogno, con tre linee attive per somministrare 3.024 prime dose e una per le 174 seconde dosi. Infine Sant’Omobono: su due linee verranno inoculate 2.016 prime dosi, una per i 198 richiami previsti.

LINEE ATTIVE

VACCINI

dato settimanale (stima)

HUB VACCINALE

prima dose (al giorno)

seconda dose (al giorno)

prima dose

seconda dose

FIERA DI BERGAMO

7

da 2 a 4 7.056 4.239
ZOGNO 3 1 3.024 174
SANT’OMOBONO 2 1 2.016

198

TOTALE

16.707

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it