Dalmine, percepivano il reddito di cittadinanza senza averne diritto: 21 denunciati - BergamoNews
Carabinieri

Dalmine, percepivano il reddito di cittadinanza senza averne diritto: 21 denunciati

Sono stati denunciati ed è stato avviato l’iter per la sospensione del beneficio mediante comunicazione all’INPS di competenza che ha impropriamente corrisposto la somma complessiva di circa 103mila euro

I carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno deferito ventuno persone che indebitamente percepivano il reddito di cittadinanza. Si tratta di cittadini residenti sul territorio comunale di Dalmine dove, da tempo, il locale Comando Stazione, coadiuvato per gli accertamenti più strettamente tecnici dai colleghi del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Bergamo, ha avviato un’attenta attività di monitoraggio sullo specifico fenomeno, incrociando i dati pervenuti dall’Ufficio Servizi Sociali del Comune e approfondendo la posizione di coloro che usufruivano del beneficio.

I soggetti resisi autori di dichiarazioni mendaci sul proprio status – nove italiani e dodici cittadini stranieri – sono quindi stati deferiti all’Autorità Giudiziaria bergamasca in violazione della norma che disciplina la materia ed è stato avviato l’iter per la sospensione del beneficio mediante comunicazione all’Ente erogatore ovvero alla sede INPS di competenza che ha pertanto impropriamente corrisposto la somma complessiva di euro 103.000 circa.

Sono tutt’ora in corso ulteriori accertamenti volti ad identificare altri nuovi indebiti percettori.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it