Quantcast
Centri Sportivi CSC, non solo piscina e palestra: dal poliambulatorio alla spa - BergamoNews
Partner friends!

Centri Sportivi CSC, non solo piscina e palestra: dal poliambulatorio alla spa

Gli adulti e gli anziani possono trovare attività e servizi ideali centrati sulle reali necessità e sono seguiti sempre passo, passo da figure professionali altamente qualificate.

Impianti polivalenti che si trasformano in veri e propri centri di servizi: è la filosofia della BLU, società che gestisce in partenariato pubblico-privato i Centri Sportivi Comunali di Casnigo e Rovetta di proprietà, rispettivamente, di 10 e 8 amministrazioni comunali.

Con un’evoluzione dell’offerta rivolta al miglioramento dello stato di benessere di ogni persona che coniuga ottimamente professionalità, attrezzature, dispositivi e strutture, si soddisfano le necessità legate alla prevenzione grazie a una proposta sportiva molta ampia da svolgersi, a seconda del gradimento, in piscina, palestra o palazzetto declinata per ogni fascia d’età, stato di forma fisica e obiettivi capace di soddisfare le esigenze del principiante, amatore ed agonista, alla cura con i servizi specialistici offerti dal poliambulatorio medico con il fisiatra, ortopedico, medico sportivo, osteopata, nutrizionista,  radiologo con diagnostica ecografica e al mantenimento grazie al centro fisioterapico per il recupero delle patologie muscoloscheletriche, articolari, neurologiche e degli infortuni.

Da oltre 20 anni i due centri sono poli attrattivi per il “mondo scuola” con collaborazioni attive con una quarantina di istituti e il coinvolgimento in programmi specifici di cinquemila studenti, dall’infanzia fino alle superiori. Con l’istituto superiore ISISS Valle Seriana di Gazzaniga, in particolare, c’è in essere un progetto per il quale tutti gli studenti svolgono l’attività motoria al centro sportivo con percorsi diversificati e proposte modulari che possono portare anche al conseguimento del brevetto di assistente bagnante, di operatore BLSD e di primo soccorso, a tariffe agevolate grazie alla convenzione sottoscritta con la Federazione Italiana Nuoto.

Ai ragazzi del territorio si offre un ampio ventaglio di opportunità per accrescere il loro bagaglio motorio: dalla didattica, allo sport di base, all’agonismo: partendo dalla scuola nuoto si può entrare nella squadra di nuoto federale con ragazzi che rappresentano la società a livello nazionale, oppure la danza, l’hip hop, la ginnastica artistica, il karate; attività orientate non solo alla prestazione e al risultato ma alla costruzione dell’atleta e della persona con riguardo ai periodi di crescita e lavorando sul consolidamento dei valori quali il rispetto, la collaborazione, l’integrazione e l’appartenenza.

Gli adulti e gli anziani possono trovare attività e servizi ideali centrati sulle reali necessità e sono seguiti sempre passo, passo da figure professionali altamente qualificate.

Un occhio di riguardo è riservato al mondo della disabilità che viene accolto anche con progettualità specifiche.

Per la stagione estiva il fiore all’occhiello è senza dubbio il parco acquatico di Casnigo, immerso nella natura e al centro di percorsi ciclopedonali che permettono di raggiungerlo in bicicletta anche da Bergamo: una struttura a misura di famiglia, inserita in un contesto ambientale molto caratteristico ma al tempo stesso circoscritta e sicura, con un grande parco e divertenti scivoli.

Un supporto alle famiglie del territorio è dato dal SAFE (Sport And Fun Education) Summer Camp, il centro ricreativo estivo per ragazzi dai 6 ai 14 anni di età che negli anni si è arricchito di tante proposte ludico sportive, la cui organizzazione può essere effettuata anche all’esterno degli impianti canonici di Casnigo e Rovetta a supporto delle Amministrazioni Comunali.

….CSC SPORTS&MEDICAL HUB!

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it