Atalanta, per l'assalto al Mapei Stadium Gasperini ritrova il suo undici ideale - BergamoNews
La presentazione

Atalanta, per l’assalto al Mapei Stadium Gasperini ritrova il suo undici ideale

Gosens rientra dalla squalifica, ma anche Hateboer e Pessina si presentano in buone condizioni. Fischio d'inizio alle 15

Dopo la goleada di domenica con il Bologna, che ha regalato all’Atalanta il secondo posto in graduatoria in solitaria, ecco una trasferta davvero insidiosa in quel di Reggio Emilia per affrontare il Sassuolo.

A cinque giornate dal termine la classifica sorride ai nerazzurri, il cui destino, come dice mister Gasperini, è nelle proprie mani. In due soli punti sono racchiuse ben quattro squadre (e la quinta, la Lazio, è appena dietro e con una gara da recuperare), tutte con importanti chances di qualificazione per la prossima Champions League, ma di queste una dovrà necessariamente restarne fuori.

Al momento la squadra che sembra stare meglio, oltre a quella nerazzurra, è il Napoli, mentre la Juventus ha qualche problema ed il Milan pare essersi inceppato. Ma attenzione che, quando serve, tutte le squadre giocano con il coltello tra i denti, per cui basta poco per spostare equilibri che spesso sono precari.

La Dea, ad esempio, si trova oggi ad affrontare una squadra in grande salute visto che gli emiliani vincono da 4 turni consecutivi ed hanno conquistato nelle ultime 5 giornate ben 13 punti. Con queste ultime ottime prove, il Sassuolo vede ora nel mirino la Roma per la conquista del 7° posto finale (e qualificazione in Conference League) e farà di tutto per ottenerlo.

Sarà dunque partita vera e superare l’Atalanta quest’oggi è certamente l’obiettivo dei neroverdi e di De Zerbi che non ha ancora digerito la sonora sconfitta patita a Bergamo nella gara d’andata (nessun’altra squadra è stata in grado quest’anno di rifilare 5 reti agli emiliani).

Questa sconfitta si inserisce tra l’altro in un filone lunghissimo che dura da quando il mister di Grugliasco siede sulla panchina nerazzurra: 10 partite, 9 sconfitte ed un pareggio, un record.

Ragione in più per i neroverdi per cercare di interrompere questa striscia che definire negativa è eufemistico.

Ma i Gasp Boys non hanno alcuna intenzione di mollare la presa e scenderanno in quella che è stata molte volte, nelle Coppe Europee, la loro seconda casa con il chiaro obiettivo di fare bottino pieno e mantenere la seconda piazza.

In attesa di tornarci tra meno di tre settimane per affrontare la Juve nella finale di Coppa Italia.

Le due formazioni si sono affrontate in Emilia, tra serie A e B, per 8 volte con questo bilancio: 1 vittoria del Sassuolo, 2 pareggi e 4 vittorie nerazzurre. Considerando anche le gare giocate a Bergamo, compresa quella d’andata, le vittorie neroverdi salgono a 2, i pareggi a 4 ed i successi della Dea diventano 11. L’unico successo dei neroverdi è datato 24 novembre 2013 con il 2-0 firmato da Zaza e Berardi. Il più recente pareggio è quello del settembre 2015 con un 2-2 finale frutto delle reti di Magnanelli e Floro Flores e della doppietta di Pinilla (poi espulso). Da lì in avanti 4 vittorie nerazzurre consecutive e ben 16 reti rifilate ai rivali. Lo scorso anno l’Atalanta prevalse per 4-1 con la doppietta di Gomez e le reti di Gosens e Zapata (la rete della bandiera di Defrel).

Come già anticipato, nella partita d’andata l’Atalanta gigioneggiò imponendosi per 5-1 grazie alla doppietta di Zapata ed alle marcature di Pessina, Gosens e Muriel (gol sassolese finale di Chiriches).

Atalanta 2021
Robin Gosens, torna titolare dopo aver scontato la giornata di squalifica

In casa nerazzurra Gasperini potrà contare nuovamente su Gosens (dopo la squalifica rimediata per l’espulsione di Roma) insieme ad Hateboer. Molto probabile l’utilizzo della difesa a tre (in questo caso il sacrificato potrebbe essere Palomino). In mezzo al campo potrebbe rifiatare de Roon, con Pessina a supporto di Freuler. Davanti probabili Malinovskyi, Zapata e Muriel.

Mister De Zerbi ha diversi grattacapi: certamente dovrà rinunciare all’infortunato Filippo Romagna ed anche Ciccio Caputo potrebbe non farcela. Sicuri invece di esserci sono Raspadori e Djuricic (dopo la squalifica). In mezzo al campo potrebbe esserci spazio per Pedro Obiang e Manuel Locatelli. In avanti confermato Berardi dall’inizio.

Per la galleria degli ex solo attuali neroverdi hanno in passato vestito la maglia nerazzurra: si tratta di Federico Peluso (111 presenze e 4 reti) e Andrea Consigli, il portiere che ha difeso in 201 occasioni la porta atalantina.

I bookmakers vedono la Dea nettamente favorita, ma il Sassuolo non perde in casa da quasi tre mesi: come andrà a finire? Come sempre al campo l’ardua sentenza.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it