L'Osteria di Valenti di Marco Maffeis: dalla carne ai migliori piatti locali e regionali - BergamoNews
Partner friends!

L’Osteria di Valenti di Marco Maffeis: dalla carne ai migliori piatti locali e regionali

Oltre alle famose carni alla griglia, ora, si possono trovare altre tipologie di piatti accompagnati da salse e contorni di polenta; importanti selezioni di formaggi, pasta fresca artigianale di produzione locale, torte e dolci fatti in casa.

Da sempre in via Guglielmo d’Alzano 4 a Bergamo: un locale storico degli anni ’70, nato come macelleria e poi trasformato in Osteria dalla famiglia Valenti.

Oggi L’Osteria di Valenti sta però vivendo una nuova giovinezza sotto la direzione di Marco Maffeis, direttore, ristoratore e sommelier, che da tre anni ha dato la sua impronta mantenendo la specializzazione sulla carne e affiancandola con prodotti tipici del territorio lombardo, con un occhio particolare al Km 0.

Oltre alle famose carni alla griglia, ora, si possono trovare altre tipologie di piatti accompagnati da salse e contorni di polenta; importanti selezioni di formaggi, pasta fresca artigianale di produzione locale, torte e dolci fatti in casa.

Marco Maffeis, Professionista Sommelier da 30 anni ha introdotto nel locale una lista di vini da circa 120 etichette nazionali, che valorizza in particolare la Val Calepio. “Non sono più quelli di un tempo, fatti in casa – precisa Maffeis – Sono produzioni piccole e di nicchia, ma di grande valore; vini rossi di altissimo pregio. Credo molto nei prodotti della nostra terra che non ha nulla da invidiare ad altre zone enologiche: siamo autonomi al 100% dal punto di vista enogastronomico. Siamo tra le provincie italiane con più formaggi D.O.P. ed altri prodotti straordinari.

Escludendo il particolare periodo di convivenza con il virus, l’Osteria di Valenti divide la sua attività sostanzialmente in due tipologie: il menù fisso per il pranzo, dai 12 ai 20 euro per 2-4 piatti tutti compreso in pieno stile osteria, mentre la sera il locale cambia completamente il proprio look, con runner di cotone, tovaglie colorate e a quadretti e servizio completo “à la carte.”

“A cena abbiamo tutti i tipi di clienti, dall’affezionato bergamasco all’ospite internazionale – racconta Maffeis – Inoltre, una bellissima clientela aziendale, ospitata negli alberghi che viene da noi per cena: loro ci apprezzano molto e noi ci teniamo a far assaggiare i nostri prodotti. Ricordo non molto tempo fa, ci sono capitati dei clienti nordici che ci hanno fatto i complimenti per alcuni vini della Valcalepio, che a detta loro non avevano nulla di meno rispetto a quelli che magari hanno un nome e sono conosciuti nel mondo. Queste sono le soddisfazioni del nostro lavoro, fatto di passione. È la forza della qualità, affiancata dall’impegno che giornalmente abbiamo per il nostro mestiere e della cura che abbiamo nel servizio al cliente”.

Anche in tempo di pandemia, l’Osteria si è rimboccata le maniche e ha cercato soluzioni alternative. “Abbiamo chiuso l’11 marzo 2020, riaprendo a maggio – continua il titolare – Poi abbiamo ripreso pian piano, fino alla nuova chiusura di novembre. Ci siamo sempre attenuti alle regole dettate dal governo, aprendo quando potevamo e virando sul servizio d’asporto nel periodo di fermo. Anche con pochi clienti abbiamo comunque garantito il servizio. È chiaro, però, che per vocazione, ambiente e calore, il nostro mestiere si fa potendo stare con chi ci sceglie e apprezza”.

 

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it