Vaccino Covid, a mezzogiorno aperte le prenotazioni per soggetti fragili tra i 55 e i 59 anni - BergamoNews
La campagna

Vaccino Covid, a mezzogiorno aperte le prenotazioni per soggetti fragili tra i 55 e i 59 anni

Prosegue il piano regionale di immunizzazione: possono accedere a questa fase i cittadini di quella fascia d'età che dispongono di un'esenzione per malattia cronica.

A partire dalle 12 di mercoledì 28 aprile i cittadini fragili di età compresa tra 55 e 59 anni, in possesso di un’esenzione per patologia, possono prenotare la vaccinazione anti Covid19 direttamente dal portale prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it.

Si tratta di cittadini che dispongono di un’esenzione per malattia cronica ossia affetti da patologie che possono aumentare il rischio di sviluppare forme severe di Covid19.

Le patologie incluse in questa nuova fase sono quelle riportate nella tabella 3 delle ‘Raccomandazioni nazionali ad interim su gruppi target della vaccinazione anti- Sars CoV2 del 10 marzo 2021’.

Le modalità di prenotazione delle vaccinazioni anti Covid19 sono quelle ormai note:

– online sul sito www.prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it;
– tramite sportello Postamat, anche se non sei correntista, inserendo la tessera sanitaria, il cap di residenza/domicilio e il tuo numero di cellulare;
– con l’aiuto dei Portalettere, che possono effettuare per te la prenotazione;
– telefonando al numero verde 800 894545

Intanto la Lombardia ha superato le 3 milioni di dosi di vaccini anti-Covid somministrate: a renderlo noto è stato il presidente Attilio Fontana. 

“In poco meno di due settimane – ha spiegato – abbiamo dunque raggiunto un doppio ambizioso traguardo che conferma la grande validità del Piano studiato e messo a punto da Guido Bertolaso. Un piano che entro un paio di giorni ci farà superare la cifra record di 100.000 dosi effettuate in un giorno. Numeri che alcuni pensavano fossero irraggiungibili; invece il nostro sistema ha una capacità di fuoco che ci consentirà di fare ancora meglio se la struttura commissariale ci garantirà adeguate forniture. Intanto però desidero ringraziare tutti coloro che hanno permesso alla Lombardia di raggiungere questo traguardo: personale sanitario e non, infermieri, protezione civile, esercito, volontari di tante associazioni diverse e i privati cittadini che hanno scelto di regalare un pò di tempo per contribuire a vincere questa battaglia. Non dimentico però neanche coloro che hanno messo a disposizioni fondi e strutture per allestire hub e centri vaccinali in tutta la Lombardia”.

Più informazioni
leggi anche
  • Covid-19
    Il vaccino monodose Johnson & Johnson è arrivato a Bergamo
    J&J Vaccino
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it