Gandino, a nuovo il parcheggio di piazza XXV Aprile - BergamoNews
Val gandino

Gandino, a nuovo il parcheggio di piazza XXV Aprile

L’intervento ha riguardato in particolare l’area superiore, per la quale erano emerse negli anni alcune criticità riguardo la pavimentazione.

È stato completato ad inizio primavera l’articolato progetto di riqualificazione varato dal Comune di Gandino per il parcheggio multipiano di Piazza XXV Aprile, a pochi passi dalla piazza del municipio e punto di riferimento indispensabile per tutto il centro storico.

L’intervento ha riguardato in particolare l’area superiore, per la quale erano emerse negli anni alcune criticità riguardo la pavimentazione. Si è provveduto a posare un manto di copertura in resina epossidica bicomponente su asfalto e provveduto alla nuova copertura della scala di collegamento dei piani interrati del parcheggio pubblico.

Da rilevare anche la posa di collari in corten a protezione dei pilastri in calcestruzzo da urti accidentali, il nuovo impianto di illuminazione con lampade ad induzione magnetica, la tinteggiatura delle travi in ferro e la pulizia da scritte, smog e muffe, la messa a norma della barriera che divide il parcheggio dall’area a verde pensile, la realizzazione di due artistici murales a cura dell’artista Ivano Parolini, di cui uno a ricordo della pandemia 2020.

Per la parte più importante dei lavori l’incarico di progettazione è stato affidato all’ing. Carlo Capponi ed i lavori eseguiti dall’impresa Franchina Manuel in collaborazione con Impresa Legrenzi srl. Complessivamente il valore degli interventi ammonta ad oltre 160.000 euro, di cui 70.000 coperti da contributo statale. Nell’area del parcheggio superiore è presente anche un importante reperto di archeologia industriale: si tratta di una turbina idroelettrica realizzata dalla Costruzioni Meccaniche Riva di Milano nel 1920 ed installata in passato presso la Torri Lana 1885, storica azienda tessile del fondovalle.

Gandino, piazza 25 Aprile
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it