Condannato in Romania, si era nascosto in Valle Imagna: 38enne in manette - BergamoNews
Carabinieri

Condannato in Romania, si era nascosto in Valle Imagna: 38enne in manette

Nel 2018 era stato tratto in arresto nel distretto di Iasi per una coltivazione di marijuana con il sequestro di oltre 15 chili di sostanze stupefacenti destinate a “rallegrare” la movida di quel centro grazie alla forte presenza di giovani studenti

Domenica 25 aprile in Roncola (BG), militari del Nucleo Investigativo hanno tratto in arresto V.L., cittadino italiano di 38 anni domiciliato in un appartamento di quel Comune. L’arresto è stato eseguito su mandato dell’Autorità Giudiziaria della Romania che ha condannato V.L. alla pena detentiva definitiva di oltre 3 anni di carcere.

I fatti risalgono all’anno 2018 quando V.L. era stato tratto in arresto in Romania, nel distretto di Iasi, unitamente ad altro cittadino italiano a seguito dell’individuazione di una coltivazione di marijuana curata proprio dai due italiani. L’operazione della polizia rumena del 2018, oltre al fermo dei due italiani permise il sequestro di oltre 15 chili di sostanze stupefacenti.

Si sottolinea il fatto che Iasi è una delle più importanti cittadine rumene dal punto di vista artistico – culturale poiché è sede, tra l’altro, di ben 5 Università pubbliche tra cui la più antica dell’intera nazione. I due italiani, con la loro piantagione di sostanze stupefacenti, erano pronti a “rallegrare” la movida di quel centro grazie alla forte presenza di giovani studenti.

Nel 2021 è intervenuta la sentenza definitiva a quella vicenda che ha portato il Tribunale di Iasi a riconoscere V.L. colpevole dei reati contestati e alla sua condanna alla pena di oltre 3 anni di carcere.

A seguito della ricezione del provvedimento rumeno, gli uomini dell’Arma hanno effettuato una serie di accertamenti e indagini che hanno permesso di individuare l’attuale domicilio di V.L. in una sperduta abitazione di montagna, su uno dei versanti della Valle Imagna ricadente nel Comune di Roncola.

Dopo le formalità di rito, V.L. è stato associato al carcere di Bergamo a disposizione della Corte d’Appello di Brescia, competente per l’esecuzione dei provvedimenti di Autorità estere.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it