Nuova circonvallazione a Boltiere, i residenti: "Troppo vicina alle abitazioni" - BergamoNews
La lettera

Nuova circonvallazione a Boltiere, i residenti: “Troppo vicina alle abitazioni”

La lettera firmata da circa un centinaio di residenti ed indirizzata al Comune di Boltiere e alla Provincia di Bergamo. 

La realizzazione della strada di circonvallazione ad ovest del centro abitato di Boltiere è al centro della lettera firmata da circa un centinaio di residenti ed indirizzata al Comune di Boltiere e alla Provincia di Bergamo.

Una strada che “trasferirà fuori dal centro abitato di Boltiere il tracciato della strada provinciale, denominata Del Brembo. Il sedime dell’infrastruttura andrebbe a lambire queste abitazioni, per alcune di esse sarebbe a distanza di pochi metri”, si legge nella lettera.

“Sembra che la nuova infrastruttura andrà a collegarsi direttamente con l’arteria primaria, in modo da consentire il transito diretto verso il casello autostradale di Capriate, sull’A4”, continua il documento. Fatto che comporterebbe un notevolissimo incremento dei flussi di traffico.

Al centro della lettera di dissenso, anche le ricadute su quanto riguarda l’inquinamento ambientale “che la realizzazione di un’arteria di tale portata sicuramente comporterebbe”.

“I previsti volumi di traffico, su arteria stradale di tale portata e rilevanza, sarebbe causa certa di un gravissimo deterioramento della qualità dell’aria che andrebbe a danneggiare anche la salute dei residenti”, continua il testo.

La richiesta, quindi, infine è quella di valutare altre soluzioni che comportino la realizzazione della nuova strada “in posizione sufficientemente distanziata dalle abitazione dei residenti”.

 

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it