In Sardegna 7 chili di cocaina al mese: in carcere 72enne di Villa di Serio - BergamoNews
Operazione "dama"

In Sardegna 7 chili di cocaina al mese: in carcere 72enne di Villa di Serio

Il Ros ha sequestrato al 72enne l'abitazione di Villa di Serio con le pertinenze e beni degli altri arrestati sardi. L'attività criminale aveva contatti con emissari della 'ndrangheta

Ha interessato anche la provincia di Bergamo l’operazione con beni per circa un milione di euro sequestrati dai carabinieri. Quattro sardi sono stati destinatari del provvedimento disposto dal gip di Cagliari, nell’ambito dell’indagine “Dama” che ha smantellato due organizzazioni specializzate nel traffico di droga dal continente all’isola.

Una – secondo gli investigatori – era guidata da un uomo di 72 anni, originario di Guasila (Sud Sardegna), ma domiciliato a Villa di Serio, ora detenuto a Voghera (Pavia) con l’accusa di essere stato il punto di rifornimento di cocaina per le province di Cagliari e Nuoro, dove ogni mese arrivavano arrivavano circa 7 chili di stupefacente.

Il Ros ha sequestrato al 72enne l’abitazione di Villa di Serio con le pertinenze e beni degli altri arrestati in Sardegna. L’attività criminale aveva contatti con emissari della ‘ndrangheta, in particolare con una famiglia stabilita a Buccinasco (Milano), e operava nel quartiere cagliaritano di Sant’Elia, dove controllava con pugno di ferro lo spaccio di cocaina ed eroina.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it