Fontana: "Non c'è strappo, ma il Governo accolga le richieste delle Regioni" - BergamoNews
Verso la zona gialla

Fontana: “Non c’è strappo, ma il Governo accolga le richieste delle Regioni”

"C'è un po' di delusione rispetto alle scelte del Governo, perché pensavamo che fosse il momento di dare segnali più forti ai tanti operatori, ristoratori e baristi, in primis, che si trovano in una situazione inaccettabile".

“I numeri negativi di questa ondata si stanno per fortuna riducendo. Da lunedì in Lombardia dovremmo riavere un po’ della nostra libertà e rientrare in zona gialla, anche se attendiamo ancora le comunicazioni ufficiali da Roma”. Lo ha detto il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, a margine della visita all’hub vaccinale di Cernobbio, in provincia di Como, rispondendo alle domande dei cronisti.

“Tutti si stanno impegnando per riaprire in sicurezza. Per questo – ha aggiunto il governatore – c’è un po’ di delusione rispetto alle scelte del Governo, perché pensavamo che fosse il momento di dare segnali più forti ai tanti operatori, ristoratori e baristi, in primis, che si trovano in una situazione inaccettabile”.

“C’era un testo – ha spiegato Fontana – che, come Regioni, avevamo concordato e che all’ultimo momento è stato modificato. E ci sono delle contraddizioni che non riusciamo a decodificare, come l’orario del coprifuoco che aveva anche un valore simbolico”.

“Non credo, tuttavia, che si debba parlare di strappo con il Governo. Mi auguro – ha concluso il presidente – che l’istanza di ‘rivedere’ le richieste delle Regioni venga accolta e che, in base ai numeri positivi degli ultimi giorni, il Governo possa cambiare idea”.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it