Podere Montizzolo, la forza e la qualità dei salumi “come una volta” - BergamoNews
Partner friends!

Podere Montizzolo, la forza e la qualità dei salumi “come una volta”

Al Podere Montizzolo trovano casa una bottega e un agriturismo, a ridosso della strada con un accesso rapido e diretto: qui si possono trovare, oltre ai prodotti aziendali, anche tutta una serie di prelibatezze tutte italiane da consorzi e cooperative agricole che sposano la stessa filosofia, molte delle quali praticamente a Km0.

È nel primo dopoguerra che la famiglia Merigo riceve in gestione la Cascina Montizzolo e relativi campi di proprietà di una famiglia nobile di Milano: ed è sempre qui, lungo la Rivoltana nella zona sud di Caravaggio che ancora oggi rimane legata al mondo agricolo, che la storia va avanti grazie alla terza generazione della famiglia.

Fedele agli stessi valori degli anni ’40 e ’50, l’azienda ha avuto la prima vera svolta una trentina di anni dopo, quando da classica cascina novecentesca con un po’ di tutto si è specializzata nell’allevamento dei maiali.

Una scelta vincente, insieme all’impegno di mantenere la genuinità e la qualità dei prodotti che sono rimasti punti fermi della filosofia aziendale, sia quando è iniziata la produzione di salumi nel 2008 che quando è stata inaugurato il Podere Montizzolo con la Bottega Agricola nel 2013, seguita dall’Agriturismo con accesso diretto al pubblico.

Un’evoluzione figlia dei tempi, ma sempre con la convinzione che il fare tutto “come una volta” fosse il miglior modo per rispettare la terra e gli animali: un’idea che caratterizza ancora la gestione di Donatello Merigo, insieme a Gianmarco, Paolo e Gabriele.

Nell’ampia gamma dei prodotti in vendita nella Bottega si trovano tutti i possibili derivati del suino, del quale vengono utilizzate tutte la parti: dai salami ai prosciutti che vengono inviati a Parma per diventare “Crudi di Parma” con tanto di corona a cinque punte d’ordinanza, fino ai prosciutti cotti derivati da coscia intera, ormai una rarità.

E ancora lo speck, che stagiona in Trentino, la coppa, la pancetta, mortadelle e culacce che vengono fatte produrre a piacenza: la materia prima del Podere, quindi, viene portata nei luoghi che per cultura, tradizione, ambiente e clima sono i migliori per la stagionatura e la realizzazione del prodotto finale.

Fiore all’occhiello della produzione rimane comunque di gran lunga il Salame del Montizzolo, realizzato con tutte le parti del maiale, come si faceva una volta. Questo salame ha come etichetta una vera e propria Carta d’Identità che certifica e garantisce, grazie al metodo del DNA, che tutte le carni utilizzate provengono solo e solamente dalla Cascina Montizzolo.

Alla base quindi c’è un profondo rispetto sia del maiale, alimentato in modo corretto e lasciato ingrassare con le giuste tempistiche, sia delle più antiche tradizioni contadine.

Al Podere Montizzolo trovano casa una bottega e un agriturismo, a ridosso della strada con un accesso rapido e diretto: qui si possono trovare, oltre ai prodotti aziendali, anche tutta una serie di prelibatezze tutte italiane da consorzi e cooperative agricole che sposano la stessa filosofia, molte delle quali praticamente a Km0.

L’agriturismo, con 140 posti a sedere, è il punto finale della filiera, dove vengono serviti tutti i prodotti che si possono trovare nella bottega e che quindi il cliente può acquistare per riassaporare comodamente a casa.

L’ultimo arrivato nel panorama aziendale è invece il Campo Allegro, un ampio spazio recintato e diviso in piazzole da affittare per poter grigliare in completa autonomia la carne acquistata al Podere Montizzolo.

Fondamentali per la conoscenza dei suoi prodotti sono anche i mercati settimanali del mercoledì alla Malpensata e sul Sentierone a Bergamo nei sabati pari, così come quelli di Milano e Segrate, ai quali il Podere Montizzolo si presenta, probabilmente unica realtà lombarda, con un carrello attrezzato con banco e affettatrice, convertibile anche a street food per gli eventi estivi.

Ma la qualità dei salumi ha fatto breccia anche in Europa, come base dei panini della “Panaderia Casabase” di Madrid, che dopo il successo in Spagna ha aperto una filiale anche in Olanda.

 

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it