Raccontava sui social la sua battaglia contro il cancro: Riccardo è morto a 17 anni - BergamoNews
Il dramma

Raccontava sui social la sua battaglia contro il cancro: Riccardo è morto a 17 anni

Il 17enne originario di Bergamo si è spento nelle scorse ore; nonostante l'avanzare della malattia e le cure sempre più pesanti per il suo fisico, non si è mai abbattuto

Riccardo Coman non ce l’ha fatta. Il 17enne originario di Bergamo che combatteva da qualche anno contro un cancro si è spento nelle scorse ore. Nonostante l’avanzare della malattia e le cure sempre più pesanti, non si è mai abbattuto e sui profili di Instagram e Tik Tok raccontava la sua terribile battaglia.

Riccardo è stato un esempio, mostrando cosa significa lottare ogni giorno contro la malattia. È stato capace di trovare la forza d’animo per ironizzare sul suo stato di salute con l’obiettivo di non far intristire troppo anche la sua famiglia e i suoi amici. Il ragazzo era molto amato dai suoi coetanei per lo spirito e il coraggio dimostrato e come raccontano i suoi conoscenti era sempre di buon umore.

Come l’amica Rametta, che ha postato un video su Instagram dove ha annunciato la sua scomparsa: “Erano 10 giorni che controllavo il suo profilo, non postava niente ed ero un po’ preoccupata… ci lamentiamo di un sacco di ca…te se ci pensate, queste cose fanno riflettere. Riccardo stava molto male, però era sempre lui a strappare un sorriso agli altri, aveva una grande forza e ha lottato fino alla fine. Sono molto provata in questo momento, mi è dispiaciuto veramente tanto.”

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it