• Abbonati
L'operazione

Bper cede portafogli di inadempienze probabili per oltre 420 milioni

Prosegue la strategia di derisking del Gruppo grazie alla cessione di portagli di UTP per un valore lordo contabile di oltre 420 milioni di euro.

Il Gruppo Bper ha concluso due operazioni di cessione prosoluto di portafogli di UTP secured (Unlikely to Pay, inadempienze probabili) per un valore lordo di libro (GBV) di circa 370 milioni di euro, alle quali si aggiunge un’ulteriore cessione in corso di finalizzazione di circa 52 milioni di euro, per un totale di 420 milioni di euro.

La prima delle due operazioni ha visto il conferimento da parte di Bper Banca nel Fondo Efesto, attivo nell’acquisizione e gestione di crediti UTP gestito da Finanziaria Internazionale Investments SGR, con Italfondiario Spa, società del gruppo doValue, quale servicer esclusivo, di un portafoglio crediti per un valore lordo di libro (GBV) di circa 122 milioni di euro, mentre la seconda, perfezionata a valle di un processo competitivo denominato “Progetto Winter” che ha visto la partecipazione dei principali operatori del mercato, ha visto la cessione a fermo, da parte di Bper Banca e del Banco di Sardegna, a Intrum e Deva Capital di un portafoglio crediti per un valore lordo di libro (GBV) di circa 248 milioni di euro.

La terza operazione, in corso di finalizzazione vedrà la cessione mediante conferimento nel fondo “Back2Bonis” gestito da Prelios SGR, da parte di BPER Banca di un portafoglio di UTP secured per un valore lordo di libro (GBV) di circa 52 milioni di euro.

I portafogli sono costituiti prevalentemente da crediti assistiti da garanzie immobiliari relative ad immobili, con diverse destinazioni d’uso, riferiti a debitori localizzati in diverse regioni italiane. Le operazioni, che avranno impatti del tutto marginali sul conto economico del Gruppo, fanno seguito alle cessioni di NPE per un GBV di circa 1,6 miliardi di euro effettuate lo scorso anno e costituiscono un’altra iniziativa della strategia di derisking del Gruppo Bper che contribuirà ad un ulteriore miglioramento della qualità del credito.

Nell’ambito delle operazioni il Gruppo Bper si è avvalso del supporto degli advisor legali Pedersoli di Milano, per la cessione al fondo Efesto e Back2Bonis e Dentons di Milano per la cessione Winter.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI