"Noi stiamo con Roberto": anche Alessio Boni sostiene il ministro Speranza - BergamoNews
Governo

“Noi stiamo con Roberto”: anche Alessio Boni sostiene il ministro Speranza

In poche ore 130 firme per l’appello pubblicato su Facebook da Maurizio De Giovanni

C’è anche l’attore bergamasco Alessio Boni tra i 130 firmatari dell’appello pubblicato su Facebook da Maurizio De Giovanni dal titolo ‘Noi stiamo con Roberto’ a sostegno del ministro della Salute Roberto Speranza.

A supportare l’iniziativa dello scrittore napoletano sono state diverse personalità del mondo accademico, della cultura e dello spettacolo, dello sport, del mondo del lavoro.

Tra i firmatari i tre segretari di Cgil, Cicl e Uil, i presidenti dell’Anpi, dell’Arci, della Lega cooperative. Tra le tante le adesioni, di don Luigi Ciotti, Antonio Scurati, Gianrico Carofiglio, Corrado Augias, Michele Serra, Gian Carlo Caselli, Francesco Guccini, Gabriele Salvatores, Lino Guanciale, Neri Marcorè, Ferzan Ozpetek, Gabriele Lavia, Sabrina Ferilli, Massimo Ghini, Monica Guerritore, Tomaso Montanari, Moni Ovadia, Eugenio Finardi, Renzo Ulivieri.

Molti gli accademici, tra cui Domenico De Masi, Gianfranco Pasquino, Alessandro Portelli, Nadia Urbinati, Gianfranco Viesti. Hanno firmato infine diversi giornalisti tra cui Norma Rangeri, Marco Travaglio, Andrea Scanzi, Gad Lerner, Beppe Giulietti. 

Generico aprile 2021
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it