Ristoranti ripartono la sera dal 26 aprile: solo all'aperto e in zona gialla - BergamoNews
La decisione

Ristoranti ripartono la sera dal 26 aprile: solo all’aperto e in zona gialla

La Lombardia - che i numeri da zona gialla li ha anche adesso, ma deve restare in arancione un'altra settimana - potrebbe rientrare in questa situazione positiva.

Dal 26 aprile i ristoranti potranno riaprire all’aperto nelle regioni gialle. All’aperto si potrà ripartire anche con le altre attività di sport e spettacolo.

L’indicazione arriva dalla cabina di regia presieduta dal presidente del Consiglio Mario Draghi.

La regola sarà valida soltanto nelle regioni che hanno un basso contagio e dunque hanno numeri da fascia gialla “rafforzata”. E la Lombardia, che i numeri li ha anche adesso ma deve restare in arancione un’altra settimana, potrebbe dunque rientrare in questa situazione positiva.

Come d’altronde aveva dichiarato proprio giovedì il governatore Attilio Fontana: “Penso ai bar e ai ristoranti che con il bel tempo in arrivo potrebbero riaprire il servizio all’esterno. Già questo sarebbe un piccolo, ma importante allentamento. O ai cinema, teatri, piscine e palestre, che da mesi ormai aspettano di poter riaprire in sicurezza seguendo i protocolli necessari”.

I dati oggi in Lombardia – aveva concluso il presidente della Regione  – parlano di un significativo miglioramento della situazione epidemiologica, con un Rt pari allo 0,78 e un’incidenza di 162 su 100.000 abitanti. Dati che evidenziano un trend positivo e che ci portano a guardare a un ritorno graduale alla libertà di cui tutti abbiamo bisogno”.

La cabina di regia a Palazzo Chigi con la presenza di Draghi si è dunque conclusa: all’incontro hanno partecipato per il Cts il coordinatore Franco Locatelli e Silvio Brusaferro per l’Iss, per la politica invece i ministri capidelegazione di tutti i partiti: Roberto Speranza (Leu), Maria Stella Gelmini (Forza Italia), Giancarlo Giorgetti (Lega), Dario Franceschini (Pd), Stefano Patuanelli (M5s) e Elena Bonetti (Italia Viva).

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it