Gli Usa chiedono lo stop precauzionale del vaccino Johnson & Johnson - BergamoNews
Il caso

Gli Usa chiedono lo stop precauzionale del vaccino Johnson & Johnson

La notizia è stata diffusa proprio mentre erano attese in Italia le prime 184mila dosi: la decisione presa dopo la scoperta di sei casi di reazioni gravi in donne tra i 18 e i 48 anni, su 6,8 milioni di somministrazioni.

La Food and Drug Administration ha chiesto una sospensione nell’uso del vaccino Janssen di Johnson & Johnson negli Stati Uniti, interrompendone la somministrazione nei siti federali così come fatto dai Centers for Disease Control in attesa di ulteriori indagini sulla sicurezza.

Il caso è scoppiato proprio nelle ore in cui erano attese in Italia le prime dosi del vaccino (184mila), in seguito alla scoperta negli Usa di sei persone (su circa 6,8 milioni che hanno ricevuto Johnson & Johnson) che hanno sviluppato una malattia rara che coinvolge coaguli di sangue nelle due settimane successive alla vaccinazione: si tratterebbe, secondo quanto riferito dal New York Times, di donne tra i 18 e i 48 anni, una delle quali sarebbe morta e una seconda ricoverata in gravi condizioni.

Una decisione presa in via precauzionale e che ha indotto anche la casa farmaceutica a ritardare le consegne in Europa: “Siamo a conoscenza dei problemi estremamente rari avuti da un piccolo numero di persone che hanno ricevuto il nostro vaccino – ha spiegato l’azienda – Stiamo rivedendo questi casi con le autorità europee e abbiamo deciso in via proattiva di ritardare le consegne in Europa”.

Gli Stati Uniti hanno già affermato che l’imprevisto non impatterà in modo significativo sul piano vaccinale, in quanto gli accordi sottoscritti con Pfizer e Moderna consentono di mantenere l’attuale velocità di vaccinazione, offrendo un’immediata alternativa a chi avrebbe dovuto ricevere il vaccino Johnson & Johnson.

Già nel pomeriggio di martedì l’Italia ha immediatamente organizzato un incontro tra i rappresentanti del Ministero della Salute, dell’Agenzia Italiana del Farmaco, dell’Istituto Superiore di Sanità e del Comitato Tecnico Scientifico.

 

leggi anche
  • L'intervista
    Barbui: “Come funziona il vaccino monodose Johnson & Johnson”
    barbui vaccino johnson
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it