"Capre” ai commercianti rispettosi delle regole: il post (e le scuse) della lista che sostiene Imeri - BergamoNews
Treviglio

“Capre” ai commercianti rispettosi delle regole: il post (e le scuse) della lista che sostiene Imeri

Il caso scoppiato sulla pagina Facebook di 'Rinascerò'. Il portavoce: "Iniziativa individuale e non condivisa di un collaboratore, ci è sfuggita". Il Pd: "Parole gravi". E anche il sindaco si dissocia

Alla fine hanno ammesso l’errore. E chiesto scusa. “Quel post ci è sfuggito. Non ci riconosciamo nelle parole che in molti hanno letto, sono profondamente dispiaciuto”. Lo ammette senza giri di parole Luigi Stracuzzi, segretario e portavoce della lista civica ‘Rinascerò’ di Treviglio.

“Coalizione a sostegno del sindaco Juri Imeri – non ha mancato di sottolineare la rivale alle prossime amministrative e candidata del Pd, Matilde Tura, che ha sollevato il caso -. La lista dà delle ‘capre’ ai commercianti che hanno dovuto chiudere, rispettando con grande senso di responsabilità le regole imposte dal lockdown. Che coraggio – commenta – dopo che in questi mesi sulle attività trevigliesi si è abbattuta una pioggia di multe, molto spesso per il nulla! Sono personalmente convita che il sindaco prenderà le distanze da questa lista”.

 

Un episodio davvero gravissimo.

La lista civica Rinascerò, nella coalizione a sostegno del Sindaco Imeri, dà delle…

Pubblicato da Matilde Tura su Domenica 11 aprile 2021

 

Parole di condanna anche dal collega Erik Molteni: “Un post che si commenta da solo – ha scritto sul suo profilo Facebook il consigliere dem -, a cominciare dalla grammatica”. Un po’ incerta, in effetti.

 

Succede a Treviglio: la lista civica “Rinascerò”, a sostegno del sindaco Imeri, se ne esce con questo post nel quale…

Pubblicato da Erik Molteni su Domenica 11 aprile 2021

 

“Commercianti, imparate! Questa è una DONNA con la D maiuscola, a differenza delle capre, che per paura chiudono, andando ad elemosinare in piazza, chiedendo di riaprire in ‘sicurezza’ inbavagliati, anch’essi strumentalizzati dalla politica corrotta. I diritti vanno esercitati, non chiesti!!!” si legge testualmentente nel post pubblicato intorno alle 22 di venerdì sulla pagina Facebook. A quanto pare, “l’azione individuale e non condivisa di un collaboratore”, spiegano dalla lista.

Il contenuto, dopo le polemiche, è stato rimosso dalla pagina in questione, insieme al video allegato di una barista che invitava a disobbedire alle ordinanze anti-Covid. Alla fine pure il sindaco Imeri (Lega) si è pubblicamente dissociato: “Qui l’unica capra – si è limitato a rispondere via social – è l’autore del commento”.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it