Bergamo ha un nuovo regolamento del verde: "Più tutele per il patrimonio arboreo" - BergamoNews
In consiglio comunale

Bergamo ha un nuovo regolamento del verde: “Più tutele per il patrimonio arboreo”

Il nuovo regolamento approvato nella seduta del Consiglio comunale non priva di discussioni

Nella seduta del consiglio comunale bergamasco di martedì 6 aprile si è discusso del regolamento edilizio del verde che, nel corso dell’incontro a distanza, è stato integrato ed aggiornato in seguito alla sua approvazione.

A distanza di due anni, infatti, dopo l’approvazione nell’estate 2019, si è dovuto riprendere in mano il regolamento in seguito alle osservazione pervenute (entro giugno 2020) da due privati e dalle associazioni ambientaliste quali Italia Nostra Bergamo, Legambiente Bergamo e Lipu Bergamo.

Tra le quarantadue osservazioni presentate, sono state accettate una richiesta di aggiunta di un nuovo articolo (da collocare all’interno del Titolo III, Capo V, prendendo il titolo “Prescrizioni per la tutela della fauna e avifauna nei lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, di restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia”), nove osservazioni da applicare ad altrettanti articoli e altre venticinque riguardanti gli articoli contenuti nel Capo III “Tutela degli spazi verdi e dell’ambiente” che hanno portato alla riscrittura completa del Capo III.

Questa importante riscrittura chiarisce, come ha dichiarato l’assessore al verde Marzia Marchesi, “che cosa intendiamo per sistema ambientale” e comporterà “una più stringente attenzione e tutela del patrimonio arboreo”.

“In particolare abbiamo elencato le funzioni del verde urbano, dando una chiara definizione di area verde pubblica e privata. Abbiamo definito le modalità per la tutela e salvaguardia degli alberi, indicando quali sono oggetto di protezione. Abbiamo distinto gli obblighi e divieti in due articoli, a differenza di prima che erano racchiusi solo in un unico articolo, dedicando un intero spazio anche alle sanzioni. Inoltre, abbiamo indicato le procedure per gli interventi di potatura e richiesta di abbattimento degli alberi”, ha concluso l’assessore Marchesi.

L’approvazione della delibera non è stata di certo priva di discussioni, in particolare da parte della Lega che, insieme a tutti gli altri consiglieri di minoranza, ha votato in modo contrario all’aggiornamento del regolamento, dopo che tutti e quattro emendamenti a prima firma della consigliera leghista Luisa Pecce sono stati bocciati.

Non solo, un giudizio negativo è stato assegnato anche all’ordine del giorno collegato (primo firmatario Enrico Facoetti della Lega) che chiedeva “come azione di salvaguardia, nelle more dell’approvazione definitiva del nuovo regolamento edilizio che pone regole più attente al patrimonio arboreo, a non autorizzare tagli di alberi sani fino al momento dell’entrata in vigore del nuovo documento”.

Dei secchi no che hanno lasciato l’amaro in bocca delle minoranze: “Viene chiesta collaborazione, noi votiamo l’emendamento della maggioranza, portiamo in Consiglio proposte condivisibili, da sempre siamo attenti al verde cittadino sin dall’amministrazione disastrosa della ex assessore al verde Leyla Ciagà, e, come sempre, i nostri ordini del giorno vengono bocciati. Ma allora dov’è la collaborazione?”, ha dichiarato il consigliere del Carroccio Alberto Ribolla.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it