Quantcast
Sfatiamo un mito: Il parquet nel bagno? Fidati, puoi usarlo - BergamoNews
A cura di

Laboratorio Italiano Design

Laboratorio italiano design

Sfatiamo un mito: Il parquet nel bagno? Fidati, puoi usarlo

Nuovo appuntamento con la rubrica di interior design, in collaborazione con Laboratorio Italiano Design di Bergamo

Alzi la mano chi non apprezza il parquet.

Innegabili sono le esperienze che questo materiale regala, non solo le sensazioni tattili date dal camminare scalzi sul legno, ma anche le impressioni donate dalla bellezza stessa dell’essenza.

Proprio per le sue peculiarità in quanto materiale caldo, prezioso, elegante ed accogliente  – e grazie anche all’incremento dell’offerta che propone diverse versioni, colori, tipologie di posa – esso è diventato un must nell’abitazione in tutte le sue declinazioni – sia cittadina, che di mare o montagna – diventando altresì elemento preponderante in tutta la casa.

Sfatiamo un mito: Il parquet nel bagno? Fidati, puoi usarlo

Ma il parquet si sposa davvero bene in ogni stanza? La risposta è sì: esso oggi può essere presente in tutta la casa.

Richiesta dei committenti, ma più sovente suggerimento di noi di Laboratorio Italiano, consigliamo di pavimentare il bagno con il parquet, in particolar modo quello adiacente alla camera matrimoniale, proprio per dare un senso di continuità all’ambiente creando un’unica bolla.

Sfatiamo un mito: Il parquet nel bagno? Fidati, puoi usarlo

Non spaventatevi, non siamo più di fronte ai vecchi materiali. Oggi moderne tecniche e trattamenti di finitura  consentono di utilizzare il parquet anche in quelle zone dove il nemico principale: l’acqua, è presente in forma massiccia.

Certo, essendo una materia viva è necessario usare degli accorgimenti, ma non vi sono limiti al suo impiego. In bagno è necessario sempre aprire le finestre e aerare bene la stanza in modo da eliminare l’umidità creatasi dopo una doccia o un bagno. Inoltre, è indispensabile scegliere l’essenza corretta per la sua destinazione d’uso.

Sfatiamo un mito: Il parquet nel bagno? Fidati, puoi usarlo

Per realizzare un bagno rivestito a parquet – anche come cornice di una parete – si preferirà un parquet prefinito in quanto più stabile perché dotato di un multistrato di materiale meno nobile che supporta l’essenza pregiata, garantendo una maggiore stabilità e resistenza sia alle temperature che all’umidità. Si opterà infine per una verniciatura in quanto più pratica e resistente a graffi rispetto ad un materiale oliato che richiede delle accortezze maggiori;  per quanto concerne la posa, la scelta ricadrà su una posa incollata e non flottante, con un’ottima sigillatura tra i vari listelli. Il posatore esperto sigillerà le fughe con uno strato di stuccatura trasparente per chiudere le fessure tra una fessura e l’altra al fine di evitare che l’acqua penetri e fuoriesca, con il tempo, il tannino dal legno dando vita a delle macchie scure.

Sfatiamo un mito: Il parquet nel bagno? Fidati, puoi usarlo

Individuate gli aspetti pratici, quali essenze scegliere? Il mercato ne offre svariate, ma per l’uso che stiamo descrivendo è indispensabile preferire materiali più stabili, che soffrono meno l’umidità quali il Teak burma, il doussiè, il rovere, l’iroko.

Quali accortezze adottare per proteggere il legno in bagno?

Abbiamo già parlato di posatura e aerazione. Rivestire le zone limitrofe all’uscita della doccia e dei sanitari con materiali quali gres, marmi, o mosaici vetrificati, non è solo un fattore estetico, ma un ottimo escamotage per difendersi dall’acqua.

Sfatiamo un mito: Il parquet nel bagno? Fidati, puoi usarlo

Inoltre, scegliere detergenti specifici per il legno – considerando il materiale posato: oliato o verniciato – che non aggrediscono l’essenza, ma la nutrino, utilizzando uno straccio per pavimenti ben strizzato, è un indispensabile per mantenere il prodotto vivo.

S.R.
Press Officer
Laboratorio Italiano Design

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI