Quantcast
"Questa crisi sia un'opportunità per le Residenze per anziani" - BergamoNews
L'intervento

“Questa crisi sia un’opportunità per le Residenze per anziani”

Roberto Corona, segretario Fnp Cisl Bergamo: “Strutture aperte al territorio per implementare i servizi”

“Da tempo e su più livelli territoriali, Fnp Cisl di Bergamo ha fatto richieste di convocazione alle RSA congiuntamente con ATS per ottenere un tavolo per un osservatorio delle RSA della provincia di Bergamo. Lo abbiamo fatto insieme alle altre organizzazioni sindacali, non certo per occupare un altro tavolo o per esercitare un mero controllo, ma perché riteniamo di avere idee e proposte utili per trovare insieme soluzioni da proporre non solo in questa fase di sanità critica, e anche per discutere quale futuro dare alle RSA responsabilizzando le parti sociali, e le istituzioni. Invece scopriamo che basta che le RSA lamentino perdite e minaccino sciopero di chissà quale tenore e aumenti delle tariffe, perché la Regione li convochi e prometta elargizioni in cambio della tassa “Fontana – Moratti”. Sembra quasi che si arrabattino alla ricerca di soluzioni per soddisfare giustamente i propri clientes, in questa come in altre fasi di criticità”.

Roberto Corona, segretario del sindacato Pensionati di via Carnovali commenta così le notizie circa l’incontro tra gestori delle RSA e Giunta Lombarda.

Secondo le proposte e i progetti del sindacato, le RSA potrebbero far emergere da questa crisi una nuova offerta di servizi al territorio coinvolgendo, varie strutture socio-assistenziali e sanitarie.

“Crediamo che non sia più possibile presentare un offerta come quella di oggi. Noi vorremmo che come organizzazione si discutesse di una nuova offerta dei servizi delle RSA che tenga conto della trasformazione che avviene nella società. Siamo il secondo Paese al mondo per indice di vecchiaia più alto. Il futuro ci obbliga a rivedere la struttura del nostro quotidiano, ma non possiamo lasciare sulle spalle di pochi i costi e il lavoro di molti, come il lavoro di assistenza e la cura della persona”.

L’idea della RSA Aperta è da sempre nel cuore di FNP: una collaborazione tra Case di Riposo e territorio per l’implementazione di servizi e l’assistenza domiciliare.

“Le RSA hanno già al loro interno il medico, il personale infermieristico e assistenziale, e allora perché non utilizzarlo coinvolgendo le strutture esterne? Non si possono risolvere eternamente i problemi chiedendo sovvenzioni – conclude il sindacalista FNP CISL -, ma occorre avere il coraggio di fare nuove proposte e noi da mesi abbiamo chiesto alle parti competenti di creare un tavolo per un osservatorio delle RSA con pari dignità collaborando con chi vuol sedersi a questo tavolo per il bene della comunità in cui viviamo”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI