Quantcast
Bergamo, differenziata record a febbraio: quasi 77%: "Grazie alle nuove modalità di raccolta" - BergamoNews
Ambiente

Bergamo, differenziata record a febbraio: quasi 77%: “Grazie alle nuove modalità di raccolta”

Più 3,1% rispetto al mese precedente, l'assessore Zenoni: "Primo segnale positivo, se trend si consolida la città tra i capoluoghi più virtuosi del Paese"

Si impenna quasi al 77% la percentuale di raccolta differenziata in città nel mese di febbraio 2021: è questo l’importante risultato complessivo del mese scorso per quel che riguarda la raccolta dei rifiuti a Bergamo, un risultato in netto incremento rispetto al mese di gennaio 2021 (+3,1%) e rispetto alla media del 2020 (+3,7%).

Si tratta di un primo effetto delle novità introdotte a inizio del mese scorso per quel che riguarda la raccolta dei rifiuti in città, con nuove modalità di distribuzione e conferimento della frazione indifferenziata e della plastica.

Il 2020 si era chiuso con il nuovo record annuo per la raccolta differenziata in città, giunta a una percentuale del 73% sul totale dei rifiuti prodotti. Un risultato che l’amministrazione comunale ha comunque deciso di voler migliorare, per accelerare sulle politiche ambientali nel campo della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti.

Il dato del febbraio 2021, con un risultato del 76,8% di raccolta differenziata, porrebbe Bergamo, qualora i dati si consolidassero nel corso dell’anno, in scia ai capoluoghi più virtuosi del nostro Paese per quel che riguarda questo particolare tema e poco sotto l’obiettivo soglia dell’80% di raccolta differenziata.

Ammonta a 4.584 tonnellate il dato complessivo dei rifiuti prodotti dalla città nel febbraio scorso, statistica in linea con gli anni precedenti. La quota dei rifiuti non riciclabili (indifferenziata) scende però tra gennaio e febbraio 2021 di ben 230 tonnellate (-18%). A crescere è la raccolta differenziata di vetro, metalli e legno.

Ricordiamo che sui dati del 2020 e del 2021 incide il susseguirsi delle limitazioni agli spostamenti e la conseguente riduzione delle attività commerciali, effetto delle disposizioni anti-covid decise dal Governo e dalla Regione.

“È un primo segnale positivo – spiega l’assessore all’ambiente Stefano Zenoni – dell’effetto che possono avere le nuove modalità di raccolta introdotte in città. Considerando che il progetto è in fase di crescita e di avvio “morbido”, mi pare che i dati siano molto incoraggianti. Ovviamente la continua alternanza di limitazione agli spostamenti rende necessario valutare questi dati in un tempo più lungo, ma il confronto con mesi già oggetto di restrizioni agli spostamenti comunque molto incoraggiante”

Le disposizioni

Dallo scorso 1 febbraio sono in vigore le nuove disposizioni circa la distribuzione dei sacchi della frazione indifferenziata e della plastica.

Per ulteriori informazioni e chiarimenti, nonché per tutte le informazioni sul progetto e sulle modalità di ritiro dei sacchi per persone con difficoltà specifiche, si consigliano i seguenti canali informativi:

il sito del Comune di Bergamo nel banner “Mi piace un sacco” in homepage.

il sito di Aprica

il numero verde di Aprica: 800.437.678.

Per informazioni sui servizi attivi sul territorio e per informazioni e istruzioni sul corretto svolgimento della differenziata si consiglia l’utilizzo della app “PuliAMO” per sistemi iOS e Android.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI