Quantcast
Via le transenne: dopo 15 anni di attesa apre al traffico la variante di San Sosimo - BergamoNews
L'opera

Via le transenne: dopo 15 anni di attesa apre al traffico la variante di San Sosimo

Alle 11 di venerdì 19 marzo apre ufficialmente al traffico: consentirà di sgravare dal traffico la frazione di Palazzago, rendendo al tempo stesso più sicuro e fluido l’incrocio con la Briantea.

Le previsioni, per una volta, sono state azzeccate: la variante di San Sosimo apre finalmente al traffico nella tarda mattinata di venerdì 19 marzo.

Un opera attesissima, che si trascinava da almeno 15 anni, e che in estate aveva subito una forte accelerata con l’assegnazione dei lavori all’impresa Bergamelli di Albino.

A inizio anno le stime parlavano di un’apertura entro la fine di marzo, e così sarà: attorno alle 11 di venerdì, con la rimozione delle transenne, l’opera vedrà la luce.

L’infrastruttura, una rotatoria sulla Provinciale 175 degli Almenni e un tratto stradale di connessione con la Briantea, è costata 1.262.500 euro finanziati da Regione Lombardia, BIM, comuni di Mapello, Palazzago e Barzana, Provincia di Bergamo e la società Virgilio spa e consentirà di sgravare dal traffico la frazione di San Sosimo, rendendo al tempo stesso più sicuro e fluido l’incrocio con la ex Statale 342. 

“Finalmente siamo arrivati al dunque, ci abbiamo messo più di 15 anni – commenta con orgoglio il sindaco di Palazzago Michele Jacobelli – La seguo ininterrottamente dal 2011 e quindi per me è una grande soddisfazione. Ricordo benissimo quando non si trovavano i soldi per la rotatoria, con tanti Comuni che si sono tirati indietro. Allora abbiamo deciso di fare da noi, per i nostri cittadini di San Sosimo. A ottobre, quando mi congederò, lo farò con la soddisfazione di averla portata a termine. Al mio interno il ringraziamento va a tutti i miei consiglieri e assessori che hanno approvato la linea che abbiamo seguito, compreso l’aver contratto con il BIM un mutuo senza interessi da 300.000 euro, al mio assessore alla Viabilità Bolognini che, mentre da una parte io partecipavo ad tutte le riunioni in Provincia, dall’altra lui vigilava sul rispetto dei cronoprogrammi della Provincia stessa”.

Una soddisfazione condivisa anche da Regione Lombardia, che ha cofinanziato l’opera per 270mila euro: “La variante è fondamentale per mettere in sicurezza l’incrocio tra le due provinciali, efficientare la viabilità in uno snodo cruciale della rete stradale bergamasca e sgravare dal traffico pesante il centro abitato di San Sosimo – spiega l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Terzi – Regione è concretamente accanto ai Comuni e alle Province cofinanziando interventi come questo che vanno a migliorare la qualità della vita dei cittadini”.

A maggio, probabilmente, verrà installato al centro della rotatoria il soggetto dedicato alla Madonna de la Salette, venerata nella vicina chiesa della Beita, quasi in concomitanza di un intervento di prevenzione del dissesto idrogeologico che prevede la realizzazione di un canale di scolo del ruscello che corre in zona, evitando i frequenti allagamenti dovuti a piogge abbondanti.

statua variante san sosimo
Il rendering del soggetto dedicato alla Madonna de la Salette

 

 

 

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI