Giro d'Italia Under 23, San Pellegrino Terme ospiterà l'arrivo di una tappa - BergamoNews
Ciclismo

Giro d’Italia Under 23, San Pellegrino Terme ospiterà l’arrivo di una tappa

La competizione internazionale farà tappa nella località brembana il prossimo 8 giugno

San Pellegrino Terme è sempre stata una meta privilegiata del ciclismo italiano.

Dai tempi delle epiche sfide fra Gino Bartali e Fausto Coppi, la località brembana ha ospitato più volte l’arrivo del Giro d’Italia, divenendo a volte decisiva ai fini del successo finale.

L’ultima volta che la Corsa Rosa raggiunse le sponde del Brembo fu nel maggio 2011 quando Eros Capecchi superò in volata un coriaceo Marco Pinotti, pronto a coronare la propria fuga con un’affermazione sulle strade di casa.

Da allora la cittadina termale ha sognato più volte di ospitare il mondo delle due ruote e, a distanza di dieci anni, tornerà a farlo con il Giro d’Italia Under 23.

Gli organizzatori della corsa a tappe ha infatti deciso di tornare a far tappa in Bergamasca, puntando direttamente sulla Valle Brembana e riproponendo per martedì 8 giugno il medesimo arrivo utilizzato in passato dai professionisti.

“Siamo davvero soddisfatti di essere riusciti a portare a un arrivo di tappa del Giro Under23 e i futuri campioni del ciclismo mondiale – ha sottolineato Stefano Tassis, assessore comunale al turismo -. Vogliamo ridare un po’ di entusiasmo alla nostra cittadina e alla nostra valle: il Giro U23 è una iniziativa che si pone come un segnale di ripartenza intorno al quale ci auguriamo si stringano tutte le attività del nostro territorio che hanno così tanto sofferto in quest’ultimo anno”

Regista di questa operazione è stato l’ex professionista Ivan Gotti, vincitore di due Giri d’Italia, che ha deciso di riportare nella propria terra una competizione che lo scorso anno vide salire sul terzo gradino del podio il giovane bergamasco Kevin Colleoni.

“Come in altre occasioni anche per l’arrivo del Giro d’Italia Giovani U23 in terra bergamasca, Promoeventi Sport chiederà agli ex professionisti su strada orobici di entrare nello staff del Comitato Tappa perché oggi più che mai è necessario fare squadra e siamo certi che i tanti ex professionisti bergamaschi che hanno contribuito a scrivere la storia della nostra disciplina non faranno mancare il proprio supporto – ha sottolineato l’ex portacolori della Saeco a cui hanno fatto eco le parole del patron di Promoeventi Sport Giovanni Bettineschi -. Crediamo nei giovani e nella promozione del territorio della nostra provincia e quando ci hanno proposto la collaborazione con gli organizzatori di Extragiro non abbiamo esitato un istante: vogliamo ripartire da qui con energia, come quella che hanno i ragazzi del Giro U23”.

La competizione, che vedrà protagoniste le formazioni orobiche Velo Plus Racing Team Palazzago e Team Colpack Ballan, potrebbe infine toccare la salita di Selvino strizzando l’occhio ai pretendenti per la vittoria conclusiva.

“La scelta di San Pellegrino come arrivo di tappa è stata dettata, oltre che da motivi di pianificazione dell’evento, dalla volontà di far passare la gara in un territorio mai esplorato dalla nostra manifestazione – ha dichiarato Marco Selleri, organizzatore del Giro d’Italia Giovani U23 – Sarà una tappa non semplice che si svolgerà prevalentemente in pianura, ma non mancheranno i chilometri di salita in gradi di dare filo da torcere ai giovani ciclisti”.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it