Allevatori isolati a Parzanica, arriva il fieno per alimentare il bestiame - BergamoNews
Coldiretti bergamo

Allevatori isolati a Parzanica, arriva il fieno per alimentare il bestiame

Per il trasporto si è resa disponibile l’azienda agricola Marco Rinaldi di Sarnico. Al carico di sabato 13 marzo ne seguirà un altro domani, in totale verranno consegnati 19 quintali di fieno.

Nella mattina di sabato 13 marzo Coldiretti Bergamo ha fatto arrivare a Parzanica un carico di fieno per gli allevatori che si trovano in difficoltà ad approvvigionarsi di foraggio per alimentare il bestiame a causa della frana che ha reso inagibile le vie di comunicazione.

“Fin dall’inizio di questa vicenda – spiega Gianfranco Drigo, direttore di Coldiretti Bergamo – con il nostro referente di zona, Carlo Belotti, abbiamo costantemente monitorato le necessità delle aziende agricole e oggi ci siamo adoperati per fare arrivare il fieno per alimentare gli animali, grazie anche alla collaborazione dell’Amministrazione Comunale e della Pro loco di Parzanica”.

Per il trasporto si è resa disponibile l’azienda agricola Marco Rinaldi di Sarnico. Al carico di sabato 13 marzo ne seguirà un altro domani, in totale verranno consegnati 19 quintali di fieno.

“Con questa operazione – prosegue Drigo – abbiamo dato la possibilità a tutte le aziende agricole di affrontare con un po’ più di serenità i prossimi giorni, la preoccupazione di non poter dar da mangiare agli animali era tanta. Il trasporto non è stato facile perché l’unica via di comunicazione rimasta, anche se è stata asfaltata per renderla più facilmente percorribile, è poco più di un sentiero agro-silvo-pastorale e presenta numerose difficoltà. Speriamo che la situazione si risolva al più presto.”

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it