Quantcast
Antegnate, i sindacati: "Tutto pronto per mille dosi di vaccino, ma mancano i cittadini" - BergamoNews
La denuncia

Antegnate, i sindacati: “Tutto pronto per mille dosi di vaccino, ma mancano i cittadini”

Roberto Rossi (Fp-Cgil) e Augusta Passera (Spi-Cgil): "Altro intoppo di una campagna regionale disastrosa"

Altro “intoppo organizzativo” nella campagna vaccinale di Regione Lombardia a Bergamo. Così lo definiscono i sindacalisti Roberto Rossi (Fp-Cgil) e Augusta Passera (Spi-Cgil).

“Stamattina ci viene segnalato che al centro di Antegnate tutto era pronto per l’inoculazione di 1.000 dosi di vaccino alla popolazione anziana over 80 e ai cittadini con più di 60 anni dei comuni maggiormente colpiti del Basso Sebino – spiegano -. Pronti i vaccini Moderna ed Astra Zeneca, pronti gli operatori, medici, infermieri e dell’accoglienza. Pronto il centro, per evitare sovraffollamenti già verificatisi in passato. Assenti, però, i cittadini. Infatti di una giornata che prevedeva 10 ore di inoculazioni e circa mille vaccini da somministrare il sistema di avvisi tramite Sms della Regione ha avvisato solo quelli con appuntamenti fino alle 8,45″.

Dalle 8 alle 8,45 tutto è funzionato bene. “Peccato non ci fosse nessuna autorità o consulente regionale da immortalare in fotografia – proseguono -. Dalle 8,45 il deserto, operatori dirottati in ospedale a riprendere le attività ordinarie, attività non meno importanti considerato che la curva pandemica ha ripreso ad acuirsi e che le altre patologie continuano a necessitare di intervento sanitario. Di conseguenza, l’inefficienza di Regione Lombardia colpisce non una, ma tre volte i cittadini lombardi”.

Poi la stoccata: “Se non parlassimo dei vaccini necessari a salvare vite e a mitigare questa terza ondata pandemica che ormai ci colpisce e rischia di mandare in crisi gli ospedali e il sistema territoriale potremmo pensare di essere in una sit-com. È invece la realtà della regione più ‘avanzata’ del paese cresciuta nel mito dell’efficienza e del lavoro e così clamorosamente smentiti dai fatti. Siamo preoccupati di quanto sta sempre più spesso emergendo e cioè la totale confusione e incapacità della nostra Regione di gestire non solo eventi traumatici e improvvisi come la pandemia al suo inizio, ma campagne programmabili e organizzabili come la campagna vaccinazioni. Temiamo il caos. Speriamo in un miracolo e nell’intervento del Governo”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
vaccino covid (Foto Daniel Schludi da Unsplash)
Covid
Vaccinazioni in azienda, la Lombardia capofila del progetto: “Così rafforziamo il piano”
moratti
Su twitter
Caos vaccini: Letizia Moratti attacca la società della Regione Aria
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI