Bergamo Jazz: festival rinviato all'estate - BergamoNews
Lo slittamento

Bergamo Jazz: festival rinviato all’estate

. In streaming gli incontri didattici del CDpM

“Marzo è per tradizione tempo di Bergamo Jazz: il persistere dell’emergenza Covid 19 non consente però che il festival possa svolgersi nel suo periodo naturale. Il direttore Artistico Maria Pia De Vito e tutto lo staff di Bergamo Jazz si stanno quindi adoperando affinché il festival possa tenersi nell’arco dei mesi estivi”: Massimo Boffelli, Direttore Generale della Fondazione Teatro Donizetti, sintetizza così la presa d’atto di una situazione generale che invita alla prudenza.

“Dopo aver dovuto rinunciare all’edizione dello scorso anno, parzialmente compensata dai due concerti al Lazzaretto, Bergamo Jazz 2021 ci sarà, anche se al momento risulta difficile indicare delle date precise”, continua Massimo Boffelli, che tuttavia preannuncia gli incontri didattici realizzati in collaborazione con il Centro Didattico Produzione Musica, «Si svolgeranno in streaming a metà aprile e rappresenteranno un significativo momento di dialogo tra il festival e quei giovani che intendono avvicinarsi al jazz e alle sue tematiche”.

Per Maria Pia De Vito, direttore artistico di Bergamo Jazz, “le difficoltà del momento sono un ostacolo ma nel contempo un invito a impegnarci al meglio per il futuro. Da tempo sono in corso contatti con alcuni dei più importanti musicisti della scena jazzistica internazionale: il nostro obbiettivo è portarli a Bergamo appena sarà possibile. E daremo anche il giusto rilievo ai musicisti italiani: la pandemia sta colpendo pesantemente tutti ed è quindi dovere di un festival dare voce anche a musicisti magari non famosissimi ma assolutamente meritevoli di essere ascoltati per il valore della loro proposta artistica”.

Gli incontri didattici curati dal CDpM si svolgeranno dal 14 al 17 aprile su piattaforma ZOOM Meeting e saranno rivolti agli alunni delle scuole sia primarie che secondarie attorno al tema “Jazz e letteratura”, con focus su “Il libro della giungla” di Kipling (per i più piccoli) e su “il castello dei destini incrociati” di Italo Calvino. Al momento hanno già aderito 61 classi di Istituti scolastici di città e provincia, per un insieme di 1.383 studenti, a fronte di un numero massimo previsti di 1.500 allievi. Per informazioni: info@cdpm.it

La Fondazione Teatro Donizetti comunica, inoltre, che chi avesse fatto richiesta di rimborso tramite voucher per l’edizione del Festival annullata nel 2020, potrà utilizzare tale voucher per l’edizione 2021, qualora possa svolgersi in estate. Il voucher ha una durata di 18 mesi dalla data di emissione. Coloro che nel 2020 hanno rinunciato al rimborso, non potranno più farne richiesta.

Per avere ulteriori informazioni rivolgersi alla biglietteria di Fondazione Teatro Donizetti:
tel. 035.4160 601/602/603
e-mail biglietteria@fondazioneteatrodonizetti.org

 

Foto di Gianfranco Rota

leggi anche
  • L'intervista
    Bergamo Jazz 2020 annullato: “Pensiamo al futuro, serviranno musica e bellezza”
  • Coronavirus
    Annullato “Bergamo Jazz Festival”, proseguono le iniziative sui social
  • Solidarietà in musica
    La maratona del Bergamo Jazz Festival: diretta con sorprese
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it