Per l'otto marzo Telmotor "abbraccia una mamma" - BergamoNews
L'iniziativa

Per l’otto marzo Telmotor “abbraccia una mamma”

La società, specializzata nelle forniture elettriche e nella distribuzione di prodotti e marchi di qualità per l’automazione industriale, celebra quest’anno la Festa della donna sostenendo un progetto rivolto alle mamme e alle famiglie con bambini

In occasione della Giornata internazionale della Donna il gruppo Telmotor ha deciso di sostenere il progetto “Abbraccia una mamma” della Caritas ambrosiana con l’idea di un gesto capace di durare nel tempo e non limitato a una sola data.

La pandemia dovuta al Covid-19 ha esposto il nostro Paese a un’emergenza sanitaria divenuta presto anche sociale: molte persone hanno dovuto cambiare il proprio lavoro, altre lo hanno perso, con significative ricadute sulla quotidianità della persona e della famiglia.

Come riportato nel Rapporto 2020 su povertà ed esclusione sociale in Italia, pubblicato da Caritas italiana nell’ottobre scorso, i dati dei centri di ascolto fanno presagire una crescita della povertà: “Da un anno all’altro l’incidenza dei ‘nuovi poveri’ passa dal 31% al 45% (è quasi la metà di chi si rivolge alla rete Caritas non lo aveva mai fatto in passato). Aumenta in particolare il peso delle famiglie con minori, delle donne, dei giovani, dei nuclei di italiani e delle persone in età lavorativa […]. Nuovi poveri, che per la prima volta hanno sperimentato condizioni di disagio e di deprivazione economica tali da dover chiedere aiuto”.

“Abbraccia una mamma”, rivolto specificatamente alle mamme con bambini che si rivolgono alla Caritas Ambrosiana, consente di fornire loro un aiuto concreto, mirato e indispensabile per evitare la caduta nella povertà conclamata che può lasciare pesanti strascichi sul futuro di una famiglia già in difficoltà (mancato pagamento degli affitti o delle bollette, difficoltà a fare la spesa…).

Il sostegno al progetto “Abbraccia una mamma” si inserisce nella più ampia cornice di Community Telmotor, il progetto sociale avviato alcuni anni fa dal gruppo bergamasco che coinvolge tutti i dipendenti per sostenere le persone che quotidianamente, silenziosamente, tenacemente affrontano situazioni di difficoltà.

“Oggi Community Telmotor – commenta Francesca Caironi, Direttore HR di Telmotor – è non solo una relazione tra profit e non profit perché possano nascere risposte concrete, capaci di generare valore per il singolo e per la comunità, ma anche un spazio interno di ascolto, scambio e crescita reciproca”.

Per le donne attive in Telmotor – la società ha sedi a Milano, Lecco, Varese, Brescia Bergamo, Padova, Verona, Milano, Torino e Roma – l’otto marzo sarà anche occasione per vedersi da remoto: pranzeranno infatti insieme, ognuna davanti al computer, secondo lo spirito che anima Community Telmotor. Ovvero che “la somma può fare la differenza”.

leggi anche
  • Scuola e lavoro
    Il Covid non ferma il “Salone Aziendale” al Belotti: 590 colloqui con 21 imprese
  • Quarto trimestre
    Brembo, Bombassei: “Cina e India crescono a doppia cifra”, dividendo 0,22 euro
  • I numeri
    Campionato, Palomino 16° atalantino in gol: Gasp punta un nuovo record
  • Fotonotizia
    Civetta cade in canna fumaria, salvata dai vigili del fuoco
  • L'iniziativa
    Un fiore per la ricerca: torna la Margherita per l’Airc
  • Grafici e tabelle
    Nessuna svolta rosa nelle imprese a Bergamo: stabili da 5 anni
  • Grafici e tabelle
    https://www.bergamonews.it/2021/03/08/nessuna-svolta-rosa-nelle-imprese-a-bergamo-stabili-in-5-anni/425481/
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it