Container sulla pista ciclabile a Zogno: individuato e denunciato il responsabile - BergamoNews
Le indagini

Container sulla pista ciclabile a Zogno: individuato e denunciato il responsabile

L'incidente nella nottata di venerdì: per le violazioni al Codice della Strada gli sono anche stati tolti 9 punti dalla patente.

È stato denunciato per attentato alla sicurezza dei trasporti l’autista dell’autoarticolato che nella nottata di venerdì 5 marzo ha perso dal rimorchio un container vuoto che aveva interrotto la sua corsa sul greto del fiume Brembo.

Si tratta di un 48enne residente in provincia di Milano che venerdì era alla guida del suo camion lungo la provinciale 470 della Valle Brembana: all’improvviso, nel territorio del Comune di Zogno, nell’affrontare una curva ha perso il container che, dopo aver sfondato il guardrail, era precipitato sulla sottostante pista ciclabile prima di scivolare ulteriormente verso il fiume.

Subito erano scattate le indagini condotte dal personale della stazione carabinieri di Zogno che, dopo gli accertamenti, hanno identificato il responsabile che, oltre alla denuncia a piede libero, è stato destinatario anche di sanzioni amministrative relative alla violazione del Codice della Strada.

Per la perdita di carico e mancata comunicazione all’ente proprietario della strada e la fuga dopo un sinistro con danni alle cose gli sono stati decurtati 9 punti dalla patente.

Più informazioni
leggi anche
  • Nessun ferito
    Zogno, container cade sulla pista ciclabile: caccia ai responsabili
    Generico marzo 2021
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it