La finale di Sanremo, Non si ruba a casa dei ladri o Il padrino? La tv del 6 marzo - BergamoNews
I programmi

La finale di Sanremo, Non si ruba a casa dei ladri o Il padrino? La tv del 6 marzo

Ecco il palinsesto delle reti televisive per la prima serata di sabato 6 marzo

Siamo giunti alla finale del “Festival di Sanremo” condotto da Amadeus. La quinta e ultima serata della storica kermesse dedicata alla canzone italiana andrà in onda sabato 6 marzo alle 20.30, in prima serata, su RaiUno.
Accanto ad Amadeus ci sarà Fiorello a fare da spalla e da traino; ospite fisso Achille Lauro e Zlatan Ibrahimovic; tra gli ospiti annunciata Ornella Vanoni. Non ci sarà Simona Ventura, che avrebbe dovuto essere co-conduttrice, perchè è risultata positiva al Covid.

Per chi preferisse vedere un film, su RaiDue alle 21.05 c’è “12 Soldiers”; su RaiTre alle 20.40 “Fuori controllo”; su Rete4 alle 21.25 “Il padrino – Parte II”; su Canale5 alle 21.40 “Non si ruba a casa dei ladri” e su Italia1 alle 21.20 “The Lego Movie 2 – Una nuova avventura”.
Ancora, su La7 alle 21.15 “Indovina chi viene a cena”; su Rai4 alle 21.20 “L’acchiappasogni – Dream Catcher”; su La5 alle 21.05 “Inga Lindstrom – Mia e le sue sorelle”; su Iris alle 21.10 “Basic instinct 2” e su Italia2 alle 21.10 “Il treno”.

Da segnalare, infine, su La7D alle 21.30 il telefilm “Body of proof”, su Rai5 alle 20.20 il documentario “L’attimo fuggente”; e su Mediaset Extra alle 20.40 “La pupa e il secchione e viceversa”.

 

Questi sono i programmi previsti per stasera salvo variazioni dell’ultimo momento apportate dalle reti televisive.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it