"Piano vaccinale, Bergamo svantaggiata". E la Regione molla la piattaforma Aria - BergamoNews
Lotta al virus

“Piano vaccinale, Bergamo svantaggiata”. E la Regione molla la piattaforma Aria

Saranno 417 mila i bergamaschi coinvolti, il 38% contro una media superiore al 60% per le altre province. In campo anche i privati

Martedì Regione Lombardia ha presentato il piano vaccinale anti-Covid. Saranno 417 mila i bergamaschi coinvolti, all’incirca il 38% contro una media superiore al 60% per le altre province.

Otto i centri massinali previsti, in campo anche i privati. Il Creberg Teatro di Bergamo, il centro commerciale di Mapello e il Cus di Dalmine si sono aggiunti ai poli fieristici di Bergamo, Chiuduno e Treviglio, al PalaSpirà di Spirano e al centro commerciale di Antegnate.

“Capisco che la volontà e la strategia sia coprire le zone più colpite”, ma “Bergamo risulta non poco svantaggiata rispetto ad altre province che sono minori per estensione, popolazione e densità abitativa, per non parlare delle valli, i territori più colpiti dal Covid in Europa che sono state, per l’ennesima volta, totalmente dimenticate – ha fatto notare il Consigliere regionale di Azione, Niccolò Carretta -. Serve trovare subito hub per la vaccinazione massiva anche per i residenti in montagna, così da agevolarli nella vaccinazione. In più – conclude – non sono stati chiariti, se non in senso molto generico, quali siano i fattori che fanno spostare le dosi disponibili da Ats ad Ats e da provincia a provincia”.

Nel frattempo la Regione ha di fatto scaricato la sua agenzia, Aria: sarà Poste Italiane a gestire la piattaforma informatica per la prenotazione delle vaccinazioni massive anti-Covid.

Lo ha annunciato in Commissione Sanità l’assessore al Welfare e vicepresidente della Regione Letizia Moratti, ma lo stesso commissario ai vaccini Guido Bertolaso ha ammesso il malfunzionamento del sistema di prenotazione messo in piedi da Aria.

La piattaforma di Poste prevede quattro diverse possibilità di adesione e prenotazione: il portale, il call center, gli uffici postali e i postini e sarà fornito gratuitamente.

leggi anche
  • La mappa
    Covid, la curva cresce in città e provincia: i dati di tutti i comuni bergamaschi
  • I dati
    Coronavirus, in Lombardia 4.590 nuovi positivi: 249 a Bergamo, 1.325 a Brescia
  • Lotta al virus
    Anche il Teatro Creberg tra i grandi centri vaccinali, ecco il piano per la Bergamasca
  • Il riconoscimento
    L’ospedale di Bergamo tra i migliori 200 al mondo secondo Newsweek
  • L'ordinanza
    Lombardia arancione scuro da mezzanotte di giovedì al 14 marzo
  • Quarto trimestre
    Brembo, Bombassei: “Cina e India crescono a doppia cifra”, dividendo 0,22 euro
  • Su twitter
    Gori: “A Bergamo previsti meno vaccini che nel resto della Lombardia, incomprensibile”
  • Tutte le regole
    Da oggi Lombardia in fascia “arancione rafforzato”: cosa si può fare e cosa no
  • Covid, il punto al papa giovanni
    Bergamo: “Da 2 accessi a settimana a 10 al giorno”, cresce la pressione al pronto soccorso
  • L'intervento
    La pandemia è soprattutto donna, un altro 8 marzo con il virus
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it